17.1 C
Torino
domenica, 26 Giugno 2022

Vallesi, Oscar degli Statuto e Moreno, i giudici di “Un cuore rap”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Paolo Vallesi, Oscar Giammarinaro e Moreno. Sono i tre volti della Nazionale Cantanti che  quest’anno fanno parte della commissione giudicatrice del concorso “Un Cuore Rap”, il concorso promosso dal Consiglio regionale del Piemonte che, da ormai quattro anni, affianca la Partita del Cuore.

La commissione, nominata dalla responsabile della Direzione processo legislativo e Comunicazione istituzionale del Consiglio regionale, presieduta dal dirigente del Settore Organismi consultivi, Osservatori e Informazione e composta  da una rappresentanza di cantanti della Partita del Cuore, si è riunita questa mattina in videconferenza, per  ascoltare e valutare i video e i testi di tutti gli inediti arrivati nel corso di questi mesi, prodotti dagli studenti delle classi medie e superiori del Piemonte.

Il concorso, prorogato quest’anno di un mese, fino al 20 marzo,  prevedeva la composizione di una canzone rap – inedita per testo e musica – riprodotta con un video amatoriale, in formato mp4, della durata massima di 3 minuti,  con la finalità di promuovere stili di vita sani e solidali, la ricerca e l’importanza della prevenzione e del donare.

“Nell’attesa di capire se i vincitori del concorso potranno, come ogni anno, esibirsi nel preshow della Partita del Cuore, non ancora confermata per i motivi legati all’emergenza sanitaria che tutti noi ben conosciamo – sottolinea Stefano Allasia, presidente del Consiglio regionale –  abbiamo ritenuto giusto e doveroso, riconoscere ai nostri ragazzi, costretti ormai da diverse settimane a casa,  l’impegno per un lavoro a cui si sono dedicati in questi mesi con serietà, creatività e passione. Dar loro una prospettiva di gratificazione per il lavoro svolto ci sembra il minimo, soprattutto in un momento in cui diventa indispensabile, per un graduale ritorno alla normalità e alla serenità, far leva proprio sull’entusiasmo, il sorriso  e  la capacità di guardare al futuro dei più giovani”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano