9.1 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

Torino, svastica e scritta contro i gay davanti alla casa di una coppia di donne

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Non sono bastati i cartelli di avvertimento che ricordavano il reato penale agli anonimi che facevano scritte omofobe sui muri della loro abitazione. Così, Daniela e Cristina hanno dovuto installare delle telecamere per cercare di tenere lontane quelle persone che stavano rendendo la loro vita insostenibile.

A denunciare l’episodio di cui è vittima una coppia che abita nel quartiere Lingotto è l’associazione Arcigay “Ottavio Mai” di Torino. Una situazione del tutto insostenibile precisa il presidente di Arcigay Riccardo Zucaro «il clima che si è venuto a creare lede il quieto vivere di Cristina e Daniela, colpendole nel luogo adibito alla tranquillità e alla pace. Chi agisce subdolamente con simboli e scritte intimidatorie, trova legittimazione nelle frasi di incitamento all’odio di una politica nazionale che, trasformando la percezione delle differenze nello spauracchio dell’invasione e dell’alterazione della natura, incita ad attacchi e discriminazioni».

Sull’accaduto è intervenuto anche l’assessore alla Pari Opportunità del Comune di Torino Marco Giusta che ha espresso la sua solidarietà alle due donne: «Da parte mia continuerò a monitorare la vicenda sperando che l’autore delle scritte comprenda la gravità dei gesti che ha fatto». Giusta ha fatto sapere di partecipare alla raccolta fondi per sostenere le spese della coppia. «Sono contento – aggiunge l’assessore – che la situazione dopo tempo si stia risolvendo e ringrazio l’associazione per la vicinanza e il supporto che stanno offrendo alle due signore».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano