20.6 C
Torino
domenica, 21 Luglio 2024

Torino saluta per l’ultima volta Marisa Amato, vittima di piazza San Carlo. Ma non c’è nessuno a rappresentare il Consiglio Comunale

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Oggi la città di Torino è in lutto per la morte di Marisa Amato, la donna rimasta paraplegica in seguito agli incidenti di piazza San Carlo del 3 giugno scorso e mancata nei giorni scorsi. Proprio questa mattina è stato dato l’ultimo addio a Marisa, con il funerale celebrato nella chiesa di Santa Rita dal vescovo Cesara Nosiglia.

In prima fila la sindaca Chiara Appendino, che ha abbracciato a lungo i familiari di Marisa, e in rappresentanza della Regione l’assessora alla Cultura Antonella Parigi e il presidente del Consiglio regionale Nino Boeti. Quello che però è saltato agli occhi ai presenti è la totale assenza dell’ufficio di presidenza del Consiglio comunale di Torino. Già: né il neoeletto presidente Francesco Sicari, né la neoeletta vicepresidente Viviana Ferrero e neppure il confermato vicepresidente vicario Enzo Lavolta si sono presentati come rappresentanti della Sala Rossa ai funerali.

Enzo Lavolta ha voluto precisare che: «Non avendo avuto comunicazioni formali, io ho partecipato in forma privata, anche per rispetto di alcuni parenti della vittima che conosco e me lo hanno personalmente comunicato. Mi spiace dover commentare questo articolo in una giornata così triste per la nostra Città».

foto di ©Rawsht Twana

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano