27.6 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Torino in tilt per la neve, Lo Russo: “Colpa di Appendino”. Ma il piano è stato approvato dalla sua Giunta

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La neve scesa nella giornata di ieri ha mandato in tilt il traffico e la viavilità di Torino con disagi e ritardi uniti allo sciopero dei mezzi pubblici. E il giorno dopo il sindaco Stefano Lo Russo nel fare un bilancio punta il dito sulla amministrazione precedente sostenendo che la colpa è del piano neve di Chiara Appendino che non ha funzionato.

Ma il capogruppo M5s Andrea Russi replica: “Posto il fatto che durante il nostro mandato ha nevicato diverse volte e non si sono mai, e ripeto mai, verificate tutte le criticità che abbiamo potuto nostro malgrado osservare ieri, il Sindaco di Torino forse si dimentica, o fa finta di dimenticarsi, che il cosiddetto Piano Neve, o meglio il “Piano dei servizi di viabilità invernale 2021-2022” è stato approvato dalla sua Giunta in data 30 novembre 2021 e annunciato a gran voce dalla sua Assessora Foglietta.

Anzi, in occasione della nevicata dell’8 dicembre 2021 era stata la stessa Assessora della Giunta Lo Russo a scrivere sui social che “da settimane la Città lavora per l’attuazione del Piano Neve”.

Lo Russo non racconti bugie, il Piano Neve che non ha funzionato è stato approvato dalla sua Giunta e questo è il secondo inverno che affronta con quel Piano. Indicativo il fatto che a 24 ore dal disastro di ieri ancora non sappia queste cose”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano