26.8 C
Torino
venerdì, 3 Luglio 2020

T-Red a Torino senza il countdown, Maccanti (Lega) al Ministro dei Trasporti: “Ma sono a norma?”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

Dal 2 dicembre a mezzanotte a Torino verranno accesi i T-Red, ovvero i semafori con telecamera che riprenderanno gli automobilisti che non rispettano il rosso. Il lavoro dei tre dispositivi, installati negli incroci ritenuti a rischio di incidenti, non è ancora incominciato che già si registra un’anomalia. Infatti questi primi T-Red mancheranno di conto alla rovescio, come invece avviene in altri Comuni d’Italia.

Dunque sono a norma oppure no? Se lo chiede anche la deputata della Lega Elena Maccanti, capogruppo nella Commissione Trasporti, che ha presentato un’interrogazione al Governo M5s-Pd per avere delle risposte dal Ministero dei Trasporti.

- Advertisement -

«Perché la Giunta a Cinque stelle non ha previsto sui nuovi semafori T-Red l’installazione dei countdown, i dispositivi che mostrano agli automobilisti il conto alla rovescia elettronico, ampiamente usati in tante città italiane? – dice Maccanti –  Sarebbe stato un chiaro segnale delle intenzioni del Comune di Torino di tutelare la sicurezza stradale, anche dei ciclisti e dei pedoni, perché grazie ai countdown è possibile sapere in tempo reale il momento in cui, ad esempio, scattano il giallo e il rosso. La scelta di non montarli rivela invece la volontà di creare una trappola per i torinesi e di fare cassa ai danni dei cittadini, aumentando il numero delle multe».

- Advertisement -

Continua l’esponente leghista: «Ma c’è di più. Un decreto del Ministero dei Trasporti entrato in vigore a dicembre 2017 prevede che i countdown siano obbligatori quando si installano nuovi semafori, quando si sostituiscono o anche solo quando si cambia il regolatore semaforico. Siamo sicuri che non fossero previsti dalla legge contestualmente all’installazione dei nuovi T-Red? Non vorremmo che anche su questo la Giunta Appendino abbia combinato l’ennesimo pasticcio e che l’avvio dei T-Red non rispetti le norme».

«In ogni caso – conclude Elena Maccanti– abbiamo presentato un’interrogazione al Governo per chiarire se effettivamente il Ministero dei Trasporti stia vigilando sull’applicazione del decreto e sull’installazione dei countdown sui semafori»

Come detto saranno i tre, dei quattordici previsti, semafori con telecamera ad accendersi il 2 dicembre. Gi incroci interessati saranno quelli di corso Regina angolo corso Potenza e corso Lecce, corso Peschiera angolo corso Trapani e corso Novara angolo corso Vercelli. Altri quattro verranno piazzati fra fine 2019 inizio 2020, per finire nel corso del prossimo anno.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Caso Ogr, Cirio: “Per martedì un incontro, troveremo soluzione”

A seguito delle polemiche sulla rilocazione del Covid Hospital inserito all'interno delle Officine Grandi Riparazioni,oggi Il il presidente della Regione Piemonte, Alberto...

Caso Ogr, Laus(PD): “E’ suicida l’idea di guardarle morire”

Il Senatore Mauro Laus del Partito Democratico chiede l'intervento di Regione e Comune per non lasciar morire le Officine Grandi Riparazioni, che...

Università Torino, stop borse di studio per gli “studenti violenti”

Niente borse di studio per gli universitari che sono considerati dei "violenti e facinorosi". Così è stato deciso da un provvedimento, definita...

Torino 2021, la Lega pronta a governare la città

La Lega torna in strada a Torino. Dopo i mesi di lockdown che hanno costretto allo stop delle iniziative sul territorio parte...

Prodi: “Non serve lo scontro generazionale per costruire un futuro su basi solide”

“E’ solo dalla proposta, dai contenuti che può nascere una classe dirigente. Il generico cambiamento non rinnova le cose”. Con la consueta...