2.8 C
Torino
giovedì, 27 Gennaio 2022

Silp CGIL celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con un convegno formativo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Nicola Rossiello
Romano di nascita, fieramente “terrone” di origini e orgogliosamente torinese di adozione. Poliziotto di professione dal 1986 e da subito impegnato nel Sindacato di polizia. Oggi faccio il Segretario Generale del SILP CGIL Piemonte.

Giovedì 25 novembre si celebrerà la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, con apposita risoluzione del 1999, invitando governi, organizzazioni internazionali e ONG a predisporre iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.Il sindacato di polizia SILP CGIL ha raccolto l’invito e lo ha fatto proprio realizzando una giornata info-formativa rivolta ai cittadini e agli operatori di polizia, mettendo insieme relatrici e relatori di particolare competenza, tra questi: Cristina BIGLIA per Asl Città di Torino, Cristina CIVILOTTI, della Facoltà di Psicologia dell’Università di Torino, Cesare PARODI, per la Procura Torinese coordinatore del Gruppo fasce deboli, di Michele POLLERI ed Elisa SAMPIETRO, Avvocati torinesi impegnati da sempre sul fronte della violenza contro le donne, infine Jacopo ROSATELLI, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Torino.Dichiara Nicola ROSSIELLO, Segretario Generale del Piemonte, promotore dell’iniziativa e moderatore dell’incontro: “E’ un’occasione di formazione per i nostri operatori che nasce nel contesto del lavoro, sindacale, per intercettare le istanze, i bisogni delle lavoratrici e dei lavoratori, in continuità con la nostra analoga iniziativa intrapresa nel 2012 volta a fornire strumenti di tutela e contrasto ai fenomeni dello stalking e del mobbing in ambito lavorativo e al di fuori, attraverso l’intesa consolidata con i professionisti del settore. Vorremmo integrare quell’esperienza estendendola anche alle violenze quotidiane e sul luogo di lavoro. Pensiamo ad un contesto di accoglienza, ascolto, orientamento e intervento per donne che vivono situazioni di disagio e sofferenza a causa della violenza di genere, in tutte le sue manifestazioni: al lavoro, psicologica, fisica, sessuale, economica.Prosegue e si consolida la collaborazione con i nostri Legali che saranno con noi giovedì 25 e che, nel corso di questi anni, hanno saputo mettere in campo competenza e accoglienza insieme per i nostri lavoratori e per i loro congiunti.La violenza alle donne si realizza in ogni contesto: famigliare, sociale, e anche sul lavoro. Il sindacato, come contenitore sociale, trova ragione di fornire uno strumento di tutela e protezione anche in un ambito che produce ricadute importanti nella dimensione dell’impegno lavorativo delle donne. La ricorrenza del 25 novembre diventa un impegno e un’azione concreta per noi. Siamo ulteriormente compiaciuti del fatto che saranno collegati anche studenti e docenti dei corsi di studi socio-sanitari del territorio torinese, oltre a lavoratrici e lavoratori di polizia della penisola.” L’appuntamento è per le ore 9.00 di giovedì 25 novembre in via Pedrotti 5 a Torino.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano