24.9 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Sganga (M5s): “Una ztl flessibile per ridurre le auto in centro e combattere la malasosta”

Più letti

Nuova Società - sponsor
L'opinione
L'opinione
Le opinioni di Nuova Società. Per dare un vostro contributo scritto, dire la vostra, scriveteci a redazione@nuovasocieta.it oppure al direttore a.doi@nuovasocieta.it

Il coronavirus non ha fermato il cambiamento della mobilità in centro a Torino.
Abbiamo dovuto rallentare e ripensare alcuni dettagli, ma il progetto per cambiare la modalità del centro di Torino resta una nostra priorità. Da qui al prossimo anno realizzeremo l’infrastruttura per una tariffazione a consumo di accesso al centro, senza ricorrere a finanziamenti privati ma grazie al via libera del ministero dei Trasporti che ha dimostrato di credere fortemente nel progetto e nella sperimentazione torinese, e nel 2021 partirà la nuova Ztl nella fascia diurna.
Sarà un sistema flessibile che, utilizzando telecamere in ingresso e uscita, monitorerà i flussi e permetterà di pagare la sosta nel centro della città in base a quanto tempo effettivamente parcheggiato.
Allo stesso modo anche il transito, che miriamo a disincentivare, sarà soggetto al costo minimo della sosta. Questo è un progetto innovativo, ragionato anche tenendo conto delle nuove esigenze che stanno emergendo in questa fase dove stiamo uscendo dall’emergenza coronavirus, che permetterà di adattare regole e tariffe a seconda delle situazioni, ma anche di sperimentare giorni senza auto con un controllo costante o pedonalizzazioni temporanee in alcune vie e piazze del centro, a partire da Piazza Vittorio.
Noi ci crediamo molto e ringraziamo l’assessora Maria Lapietra, la sindaca Chiara Appendino, e il ministero, per averlo ideato e sostenuto.
Come gruppo consiliare del M5s Torino crediamo fortemente alla necessità di dare risposte ai problemi di Torino: sarebbe bello che lo stesso, almeno stavolta, facessero anche le altre forze politiche sempre più ambientaliste a parole, ma dalla parte delle auto nei fatti.
Questa nuova infrastruttura obbligherà anche le future amministrazioni a prendere posizione su come intendano regolare l’accesso e la sosta delle auto nel centro Città.
Noi la scelta di essere dalla parte della sostenibilità e della vivibilità l’abbiamo già fatta, agli altri toccherà inseguirci.

Valentina Sganga
capogruppo in consiglio comunale a Torino Movimento Cinque Stelle

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano