23.9 C
Torino
venerdì, 12 Agosto 2022

Scontri No Green Pass, Damilano si smarca dai partiti che lo sostengono: “Torino Bellissima contro la violenza”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Susanna De Palma
Susanna De Palma
Laureata in Scienze Politiche. Giornalista professionista dal 2009. Fin dagli anni del liceo collabora con alcuni giornali locali torinesi, come la Voce del Popolo e Il Nostro Tempo. Dal 2005, pur mantenendo alcune collaborazioni, passa agli Uffici Stampa:Olimpiadi 2006, Giunta regionale, Ostensione della Sindone. Attualmente giornalista presso l'ufficio stampa del Consiglio regionale Piemonte.

Anche Damilano davanti alla Cgil per commentare l’attacco subito dalla sede nazionale dalla Camera del Lavoro a Roma durante il corteo dei No Green Pass. E cerca non senza qualche imbarazzo di svincolarsi da quegli alleati che lo hanno sostenuto e sono parte della sua coalizione ma che in questi mesi hanno ammiccato e strizzato l’occhio e non troppo segretamente al fronte No Green Pass e alla componente più di estrema destra. 

Ancora una volta Damilano ricorda solo la sua lista, Torino Bellissima, senza citare gli altri partiti della coalizione. 

“Quando c’è la violenza non può mai essere accettata in nessun tipo di forma. Io e tutti quelli che sono con me in lista Torino Bellissima siamo assolutamente contro ogni forma di violenza. I fatti accaduti ieri sono inaccettabili”.

“La condanna è unitaria nei confronti di ogni tipo di violenza. Io credo che non stiamo parlando di ideologie, ma di violenza. Contro la violenza ci siamo tutti, anche con gli altri candidati e ora che siamo rimasti in due siamo d’accordo sulla condanna alla violenza”.

E alla fine ritorna alle solite tematiche: “Bisogna parlare di economia e di sviluppo della città, i temi principali per noi sindaci sono quelli, ci toccheranno cinque anni fondamentali per rilanciare la città e il lavoro”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano