14 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Sala Rossa, Magliano (Moderati): “Se a Torino i Cinque Stelle non hanno più i numeri tolgano il disturbo”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Manca il numero legale per le troppe assenze dei consiglieri grillini e a Torino salta il Consiglio comunale. Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati, non ha dubbi: «Altro che “servizio a tempo pieno per i cittadini”: ora è il tempo delle defezioni (politicamente motivate?). Il numero legale è saltato in Sala Rossa: se questa Maggioranza non è più in grado di garantire i lavori dell’Aula lo dica, per il bene di Torino».

«Se il numero legale è caduto in Aula la responsabilità è tutta dei Cinque Stelle – continua Magliano – evitino, dunque, di accusare le Minoranze. Spetta, o meglio spetterebbe, a questa una volta ampia e una volta granitica Maggioranza garantire le condizioni perché il Consiglio possa lavorare».

Per l’esponente dei Moderati: «I tempi della totale dedizione al “bene dei cittadini” (come voleva la stessa retorica grillina) degli anni dei Bertola e delle Appendino “Consiglieri a tempo pieno” sono – devo dedurre – definitivamente tramontati: oggi abbiamo visto alcune macroscopiche defezioni, sulla base forse di posizioni critiche nei confronti dell’ipotesi di sgombero della Cavallerizza o di posizioni polemiche, ancora, sul caso Montanari».

«Se i Cinque Stelle non sono più in grado di garantire i numeri lo dicano apertamente. Questa città ha bisogno di affidabilità e continuità per i lavori dell’Aula. Felice di far parte di una forza politica che non prende e mai prenderà in considerazione ipotesi di alleanze con i Cinque Stelle».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano