19 C
Torino
domenica, 20 Settembre 2020

Primo Maggio, Grimaldi (Liberi Uguali Verdi): “Lavorare meno, meglio, tutti. Il mondo del lavoro non ha bisogno di mance e tweet di sostegno”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La piazza del 1 maggio ha sempre dato cittadinanza a tante battaglie, ma soprattutto ha dato e deve continuare a dare cittadinanza a tutto il mondo del lavoro e alle sue rivendicazioni.

Noi ci saremo per chiedere una legge sulla riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, un Green New Deal che crei occupazione investendo sulla riconversione, un’attenzione ai tanti giovani che lasciano il Paese per assenza di opportunità.

- Advertisement -

Il 1 maggio 1919 nasceva L’Ordine Nuovo, rivista fondata da Gramsci, Togliatti, Tasca e Terracini. Sul primo numero Gramsci scrisse: «Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza».

- Advertisement -

Un insegnamento, una strada tracciata, un riferimento politico e culturale per generazioni. La storia del sindacato ci racconta che il mondo del lavoro non si deve dividere, ma unire.

Torino è un’area di crisi, e abbiamo anche assistito a tanti fallimenti e licenziamenti collettivi figli soprattutto di mala gestione, delocalizzazioni e scelte sbagliate di mercato: Agrati, Embraco, Comital, IFI, Pernigotti.
Licenziamenti illegittimi con motivi spesso pretestuosi: Mussa & Graziano, Vodafone, Italia On Line, il caso del signor Minutiello.

Siamo sempre stati dalla parte dei lavoratori e delle lavoratrici e in molti casi la protesta ha smosso le acque.

Abbiamo sostenuto la battaglia dei fattorini contro i colossi della gig economy, mentre il ministro Di Maio giocava con la dignità di questi lavoratori. C’è una nostra legge votata dalla Regione Piemonte e sostenuta da altre regioni che giace in Parlamento. Il mondo del lavoro non ha bisogno di mance e tweet di sostegno.

 

Scritto da Marco Grimaldi, consigliere regionale LUVconsigliere regionale Piemonte LEU

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Il Covid svela il segreto di Pulcinella: precariato usato, abusato, malpagato

L'emergenza Covid sbatte in faccia, a chi faceva finta di non vedere, l'uso e l'abuso del precariato nel mondo del lavoro che...

Recovery Fund e agricoltura, Carenini (Cia Piemonte): “Fondi per rilanciare il settore”

Agricoltura, patrimonio della nostra economia. Un settore che durante il lockdown non si è è fermato, e che oggi conta di poter...

Febbre a scuola, il Tar respinge il ricorso del Ministero contro l’ordinanza di Cirio

Il Tar del Piemonte non ha accolto la richiesta del Governo di una sospensiva d’urgenza in via monocratica per l’ordinanza della Regione...

No Tav, Dana Lauriola è stata arrestata. Tensione tra attivisti e polizia a Bussoleno

E' avvenuto questa mattina all'alba l'arresto di Dana Lauriola, storica attivista No Tav e militante del centro sociale Askatasuna, condannata a due...

RU 486, Appendino contro la Regione: “Becera propaganda sul corpo delle donne”

La sindaca di Torino Chiara Appendino interviene in merito alla proposta della giunta regionale del Piemonte di abolire la somministrazione della pillola...