9.6 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Prevenzione tumori, cambia in Piemonte l'uso del test Hpv

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

È partito in Piemonte l’uso del test Hpv, il mezzo più efficace per la prevenzione del tumore del collo dell’utero. Il test, consiste nel prelievo di una piccola quantità di cellule dal collo dell’utero per verificare la presenza di Dna del Papillomavirus. In Piemonte i test Hpv effettuati dopo l’introduzione routinaria del test stesso come primario di screening sono stati 12.047.
La novità: “Prevenzione Serena” ha iniziato in Piemonte l’utilizzo del test Hpv al posto del classico Pap test, poiché permetterebbe di ridurre del 60/70% cento l’incidenza dei tumori invasivi, rispetto al Pap test.
Per motivi organizzativi però, il passaggio al test Hpv avverrà nell’arco di cinque anni. Questo cambiamento riguarda tutte le donne residenti in Piemonte e di età compresa tra i 30 e i 64 anni.
Il programma di screening quindi, inviterà sempre meno donne a fare il Pap test e sempre più donne a fare il test Hpv, fino a che tutte saranno passate al nuovo metodo.
Per ragioni di equità, si utilizzerà un criterio casuale di invito per suddividere le donne. Il Pap test, però, non perde completamente la sua validità. Infatti, poiché tra le più giovani, di età compresa tra i 25 e i 29 anni, lo screening del test Hpv rileva molte lesioni destinate a regredire spontaneamente,si è scelto di evitare loro il rischio di esami e trattamenti inutili. Le donne con meno di 30 anni continueranno così a fare il Pap test.
L’utilizzo del nuovo test è stato avviato in quattro dipartimenti piemontesi di screening dei tumori: Torino, Moncalieri, Ivrea ed Orbassano/Val di Susa. Mentre a Novara, Vercelli/Biella, Asti ed Alessandria inizieranno entro fine anno. Il test Hpv è stato riconosciuto e certificato da qualche mese dalla “Food and Drug Administration”.
Questo cambiamento, segnato dal passaggio dal Pap test al test Hpv, sarà l’argomento centrale del Workshop organizzato dal Cpo Piemonte sul “Programma piemontese di screening per il cervicocarcinoma Prevenzione Serena”, che si discuterà il 3 novembre nell’Aula Magna dell’ospedale Molinette di Torino.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano