7.7 C
Torino
sabato, 25 Maggio 2024

Non c’è pace per il bilancio di Rolando. I Revisori dei Conti riconoscono il debito con Ream

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

I rilievi sollevati dell’opposizione ai Revisori dei Conti hanno portato a un primo risultato. In una nota di integrazione del Collegio i revisori hanno individuato un debito fuori bilancio di 5 milioni di euro che non erano stati messi dalla Giunta Appendino nel Bilancio di previsione 2017.
Si tratta della famosa caparra relativa all’operazione ex Westinghouse versata dalla Ream nel 2012. Una vera e propria telenovela dove prima la sindaca avvisa che la società non chiede indietro la restituzione del denaro dovuto (visto che poi il progetto passò a Esselunga), concetto che l’assessore Sergio Rolando riprende in Commissione bilancio il 29 marzo scorso.

Poi invece si scopre che Ream i soldi ha chiesto di riaverli a gennaio 2017 e Appendino ha risposto che si sarebbe impegnata ad incominciare a saldare a giugno. La Ream nelle ultime settimane era venuta incontro posticipando la richiesta al 2018.
I Revisori dei Conti nella prima relazione non avevano potuto tener conto di questi 5 milioni per mancanza di documentazione che gli era stata fornita in un secondo tempo, insieme ad altre carte, dal capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo e dal consigliere comunale Alberto Morano.
Ora il Collegio conclude: «di ritenere necessario che il Comune ponga in essere i seguenti adempimenti: riconoscere e finanziare nel bilancio preventivo dell’esercizio 2017 la somma relativa al debito pari a euro 5 milioni oltre gli interessi legali nei confronti di Ream».

LEGGI IL DOCUMENTO

E continua invitando il Comune a «Iscrivere e finanziare nel bilancio preventivo 2017-2019 la somma derivante dei debiti connessi alla convenzione con Infrato Srl».
«Invita a mantenere e rispettare il vincolo di destinazione ex Ipab in merito ai proventi derivanti dai canoni di concessione pluriennale dell’immobile Carlo Alberto, ex Ipab, si ritiene possibile mutarne la destinazione da spesa corrente ad investimento mantenendo in ogni caso il vincolo di destinazione socio-assistenziale».
«Invita a dar maggior supporto documentale alla previsione di entrata sollecitando la Regione Piemonte a comunicare il metodo di riparto dei Fondi e definendo gli accordi con Unicredit Spa in merito ai contributi da enti e fondazioni».
Infine il Collegio dei revisori dei conti conferma il parere favorevole evidenziando le riserve.
L’assessore Rolando spiega che «questa giunta procederà immediatamente ad avviare le procedure per il riconoscimento del debito fuori bilancio».

Sulla vicenda è intervenuto anche Stefano Lo Russo«Per la prima volta, dopo 23 anni, il Bilancio del Comune di Torino non pareggia e, anzi, scopre di avere un debito occulto di cinque milioni di euro come certificato dal Collegio dei Revisori dei Conti. Come il Partito Democratico ha sempre messo in evidenza in tutte le sedi, già nel 2016 Appendino nascose il debito della Città relativo all’operazione Westinghouse . Al primo banco di prova vero, Appendino si dimostra inadeguata e incapace di governare i conti della Città. Ci saremmo aspettati, stante la sua autoproclamata competenza, che almeno l’aritmetica le fosse nota. Prendiamo atto che non è così. Questa Amministrazione sta rapidamente portando Torino non solo verso una marginalizzazione economica ma anche, velocemente, verso il dissesto».

A breve forniremo un nuovo approfondimento sulla vicenda con documenti relativi

quagliaappendinoappendinoaquaglialettereream2

 

LEGGI ANCHE: “Si complica il caso Ream: ecco la mail di Appendino che chiede di non iscrivere la somma a bilancio”

LEGGI ANCHE:  “I 5 milioni a Ream sono dovuti”. Altra tegola sul Bilancio Appendino.

LEGGI ANCHE: “Bilancio, Revisori di Conti stroncano Appendino”

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano