12.2 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Magliano (Moderati): “I lavoratori intermittenti dello spettacolo non sono fantasmi”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Silvio Magliano, esponente dei Moderati lancia l’allarme per quanto riguarda i lavoratori dello spettacolo.

“Anche i lavoratori intermittenti dello spettacolo debbono avere accesso a forme di sostegno economico – dice il capogruppo dei Moderati in Comune a Torino e in consiglio regionale piemontese –  per poter superare la crisi economica dovuta all’emergenza da Covid-19. Ne sono convinto e faccio mie le richieste che si stanno alzando, in questo senso, da più voci”.

Continua Magliano: “C’è un’ampia platea che comprende lavoratori rimasti senza chiamate di lavoro o con la NASPI in scadenza e limitata ai soli lavori commissionati e annullati. Mi associo alle richieste rivolte al Ministro del Lavoro, all’Inps e al Ministero per i Beni e le Attività Culturali affinché sia avviata una campagna di sensibilizzazione: parliamo di tante famiglie, troppo spesso, però, invisibili come fantasmi agli occhi delle Istituzioni. Per molti di questi cittadini il reddito proveniente dalle prestazioni che erogano nel campo dello spettacolo, pur non costituendo la principale voce del bilancio familiare, ne costituisce parte importante”.

“Questi lavoratori sono tra le colonne portanti di un intero comparto, al quale la nostra città e la nostra regione devono molto in termini di offerta culturale e turistica e dunque di sviluppo. Porterò il tema sia in Sala Rossa sia a Palazzo Lascaris”, conclude Magliano.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano