9.5 C
Torino
martedì, 27 Ottobre 2020

Inchiesta Gtt, Ricca (Lega Nord): “Da anni denunciavamo la mala gestione del votificio Pd”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di Giulia Zanotti

E’ il capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale Fabrizio Ricca il primo dei politici torinesi a commentare la notizia dei nove avvisi di garanzia consegnati questa mattina ai vertici di Gtt con l’accusa di falso in bilancio relativo all’esercizio 2015. «Quanto accaduto non ci sorprende affatto – afferma Ricca – Abbiamo passato anni, inascoltati dall’allora maggioranza, a denunciare la mala gestione del Gruppo Torinese Trasporti, un’azienda che prima di far girare i pullman faceva girare i voti per il Partito Democratico, un vero e proprio votificio».
«Restiamo garantisti e non esprimiamo giudizi sul lavoro dei magistrati, ma troviamo comunque paradossale che 24 ore prima della notifica degli avvisi i vertici Gtt insieme al sindaco ci hanno raccontato di aver risparmiato soldi migliorando il servizio e ci hanno illustrato come sarà il futuro del trasporto pubblico a Torino. Peccato che quello dell’azienda è sempre più oscuro» ha concluso Ricca.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Notte di guerriglia contro le chiusure

Fuochi di artificio, lanci di bottiglie, petardi, bombe carta e cori contro la giunta regionale e contro le forze dell’Ordine schierate in...

Ore 18: chiudono bar e ristoranti

Il silenzio è interrotto solo dal rumore delle sedieche vengono impilate e delle saracinesche che calano. Mancano pochi minuti alle 18, l'ora...

Inizia il lunedì di protesta a Torino: taxi in piazza Castello contro chiusure

Mentre per la serata sono attese due manifestazioni di protesta contro il nuovo Dpcm firmato ieri da Conte e che prevede la...

Elena Piastra positiva al Covid. La sindaca di Settimo: “Non abbassiamo la guardia”

Il test rapido le ha dato esito positivo e ora farà il tampone molecolare per averne conferma. La sindaca di Settimo Elena...

“Siamo costretti a chiudere”. La protesta di Confesercenti contro il Dpcm

“Alle 18.00 siamo costretti a chiudere, ma avere un futuro è un nostro diritto”. È questo il messaggio del manifesto che migliaia...