15.5 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

Ex dipendenti Manital scrivono a Lo Russo: “Inopportuno nominare Cimadom direttore generale del Comune”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Una lettera aperta al sindaco Stefano Lo Russo firmata dagli ex dipendenti Manital, l’azienda di Ivrea specializzata in servizi di pulizia e protagonista di un clamoroso crack da 60 milioni di debiti nel 2019. Allora, da due anni, era “direttore della pianificazione strategica” Alessandra Cimadom, che nelle scorse settimane è stata scelta del sindaco quale direttore generale del Comune. 

Nella loro lettere i dipendenti, che dichiarano anche di aver votato Lo Russo, si dicono perplessi della scelta e invitano il primo cittadino a ripensarci. La questione della nomina di Cimadom era già stata sollevata dalle opposizioni, in particolare M5s, in Consiglio Comunale, mentre c’è chi ironicamente sui social fa notare la vicinanza tra il direttore generale e la coordinatrice della campagna elettorale di Lo Russo, vincitrice proprio in queste ore del concorso per diventare Capo di Gabinetto, Valentina Campana.

Pubblichiamo la lettera dei dipendenti Manital:

Gentile Sindaco Lo Russo,  

            siamo un gruppo di cittadine e cittadini torinesi, Le scriviamo perché rimasti molto colpiti da una notizia che abbiamo appreso dai giornali, riguardante la Sua scelta di affidare l’incarico di Direttore Generale della Città di Torino alla Dott.ssa Alessandra Cimadon.

           Caro Sindaco, deve sapere che noi siamo ex lavoratrici e lavoratori dell’Azienda Manital Idea di Ivrea, azienda balzata alle cronache giudiziari nel 2019 per uno dei fallimenti più eclatanti degli ultimi anni, che ha coinvolto oltre 2.500 dipendenti e relative famiglie nella sola nostra Regione.

             Siamo lavoratrici e lavoratori che per vivere svolgono lavori e servizi di pulizia con contratti di lavoro part-time e che percepiscono miseri stipendi, con i quali è difficile arrivare a fine mese. 

Con la Manital Idea abbiamo vissuto due anni di calvario, fra la disperazione nel non riuscire a pagare il mutuo e le bollette e l’umiliazione di dover chiedere aiuto ai propri genitori anziani per mettere insieme il pranzo con la cena o per poter acquistare i libri di scuola ai propri figli.

            Questi sono solo alcuni esempi – ma ne potremmo fare molti altri – su ciò che noi, onesti lavoratori, abbiamo dovuto subire in quel periodo a causa della disastrosa gestione esercitata dai dirigenti Manital.

 Fra il 2017 e il 2019 la Dott.ssa Alessandra Cimadon, in Manital Idea, ha ricoperto il ruolo apicale di “direttore della pianificazione strategica”: leggere sui giornali che ora è stata scelta per ricoprire l’incarico di Direttore Generale del Comune di Torino per noi è stata una vera doccia fredda. 

 Ci auguriamo possa capire il perché della nostra preoccupazione attuale.

 Signor Sindaco, noi tutti l’abbiamo votata con la certezza che avrebbe amministrato bene e rilanciato la nostra città, da troppi anni in crisi. Di certo Lei avrà dei buoni motivi per aver compiuto questa scelta, ma noi ci poniamo delle domande sull’opportunità di questa scelta, visto il disastro economico procurato alla comunità piemontese dal gruppo dirigente della Manital Idea voluto dalla famiglia Cimadon.

 Onestamente ci sentiamo feriti ed umiliati per tutto quello che abbiamo dovuto subire, noi e le nostre famiglie.

                 Se l’opinione pubblica dimentica noi non dimentichiamo, augurandoci che Lei possa comprendere le nostre preoccupazioni per il futuro della nostra città.

Le confermiamo che per quanto ci riguarda la nostra Torino si meriterebbe Dirigenti all’altezza di una realtà complicata e importante come il nostro Comune.

 Cordiali Saluti

 Ex Dipendenti Manital Idea

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano