11.8 C
Torino
martedì, 13 Aprile 2021

Elezioni Torino, Forza Italia vuole il suo candidato. Porchietto: “Sono a disposizione”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Per il vicepresidente e coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, la partita sul candidato sindaco di Torino per il centrodestra non è ancora chiusa, e Paolo Damilano non è il nome su cui il partito di Berlusconi vuole scommettere. Da le pagine de La Stampa Tajani lancia un messaggio chiaro ai possibili alleati: “E’ necessario convocare nel più breve tempo possibile un tavolo nazionale del centrodestra per definire le candidature nelle grandi città. Dobbiamo decidere insieme se la scelta debba ricadere su personalità della società civile oppure su un esponente politico. E dobbiamo decidere in fretta perché una possibile convergenza tra Pd e M5S renderebbe più impegnativo il nostro lavoro. Ecco perché dobbiamo giocare d’anticipo”. 

Nessun no secco nei confronti di Damilano che “sarebbe sicuramente il nome giusto qualora nel centrodestra nazionale venisse trovato l’accordo sulla necessità di individuare candidati civici in grado di allargare la nostra coalizione”. Ma “se a Torino – aggiunge Tajani – la scelta migliore è quella di un candidato con una grande esperienza amministrativa e politica allora Forza Italia ha un nome: Claudia Porchietto”. 

La parlamentare azzurra risponde subito alla chiamata: “Torino rappresenta quest’anno una storica occasione di vittoria per il centrodestra, è importante che ogni azionista della coalizione metta sul tavolo le migliori energie a disposizione. Personalmente ho come unico interesse un cambio di amministrazione nella mia città. Se il tavolo nazionale riterrà la mia figura quella con cui giocare questa partita, sarò a disposizione del mio partito e di tutta la coalizione. L’unica priorità di tutti noi deve essere quella di battere sinistra e 5 Stelle”. 

Mentre il deputato e consigliere comunale ex di Forza Italia ora con Cambiamo! Osvaldo Napoli boccia l’ipotesi di un nome alternativo a Damilano: “Se il centrodestra vuole liberarsi di bardature partitocratiche e del richiamo a ideologie fallite, ha un solo candidato disponibile: Paolo Damilano, ogni altra candidatura rischia di portare divisioni e fratture nel centrodestra. Capisco Antonio Tajani – prosegue Napoli – che deve mostrare la bandiera di partito. Ma a Torino lo fa nel momento sbagliato e nei modi sbagliati”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano