Un agente della polizia penitenziaria del carcere delle Vallette di Torino è risultato positivo al coronavirus. L’uomo lavorerebbe fuori dalle sezioni. Altri due casi sarebbero sospetti e si è già provveduto con l’isolamento, mentre sono stati messi i pratica i protocolli di sicurezza per risalire ai contatti che l’agente ha avuto all’interno del “Lorusso-Cutugno”.

Non risultano casi di Covid-19 tra i detenuti al momento, che hanno chiesto rassicurazioni e hanno protestato rifiutandosi di rientrare dal cortile.

La conferma è arrivata quando è scattato il protocollo per ricostruire i vari contatti che l’uomo aveva avuto all’interno della casa circondariale.