7.4 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Cassonetti distrutti e immondizia ovunque, il prezzo del Capodanno in centro

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un capodanno lungo due giorni quello di Torino. Infatti, dopo i festeggiamenti della notte di San Silvestro il 2 gennaio per le strade della città vi sono ancora i resti dei bagordi. Bottiglie e bicchieri, petardi e mortaletti e anche coriandoli dorati lanciati allo scoccare della mezzanotte.
Certo, il primo è un giorno di festa così le prime camionette dell’Amiat hanno iniziato il turno di pulizia soltanto questa mattina. Così per 24 ore i torinesi che volevano fare una passeggiata, soprattutto nelle vie dei locali e delle movida, si sono dovuti cimentare in un vero e proprio slalom per evitare rifiuti e sporcizia.
Numerosi però anche i danni causati probabilmente da chi ha esagerato con lo spumante dei festeggiamenti. Ad esempio, in via delle Rosine, non distante dai giardini Cavour i cassonetti, stracolmi di immondizia, sono stati rotti lasciando anche cadere il loro contenuto sul marciapiede antistante. Un danno che ad oggi non è ancora stato riparato e che costringe i passanti a cambiare strada per evitare di pestare i “resti” del Capodanno altrui o a tapparsi il naso per non sentire odori sgradevoli.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano