14.5 C
Torino
lunedì, 19 Ottobre 2020

Benedizione pentastellata per la Cavallerizza “ai privati”. Fonsatti (Teatro Stabile): “Un modello di gestione senza precedenti”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Moreno D'Angelo
Moreno D'Angelo
Laurea in Economia Internazionale e lunga esperienza avviata nel giornalismo economico. Giornalista dal 1991. Ha collaborato con L’Unità, Mondo Economico, Il Biellese, La Nuova Metropoli, La Nuova di Settimo e diversi periodici. Nel 2014 ha diretto La Nuova Notizia di Chivasso. Dal 2007 nella redazione di Nuova Società e dal 2017 collaboratore del mensile Start Hub Torino.

di Moreno D’Angelo

«Chiederemo all’assessore Guido Montanari di effettuare un sopralluogo per i Consiglieri comunali e di circoscrizione nei locali della Cavallerizza occupata per vedere se c’è realmente stato un suo uso civico da parte di coloro che occupano. Questa mozione di indirizzo potrebbe creare un pericoloso precedente, inoltre non si capisce quali altri soggetti o scelte vi siano, come ha riferito il consigliere comunale Damiano Carretto in Commissione». E’ questa la reazione di Thomas Ponte, capogruppo Pd della Circoscrizione 1, a quanto discusso oggi in Commissione consiliare  aprendo la strada all’assegnazione a dei privati della Cavallerizza Reale che sarà presto oggetto di voto in Sala Rossa. Di fatto viene così ufficialmente e pienamente riconosciuto il ruolo e le iniziative di coloro che dal 2014 occupano lo spazio come “Assemblea Cavallerizza 14:45”.

- Advertisement -

In modo chiaro e dettagliato infatti la mozione invita la Giunta a sostenere il percorso di quella che viene definito come “autonormazione civica”. All’assemblea Cavallerizza è stato richiesto entro tre mesi di presentare una proposta sull’uso civico dell’intera struttura.

- Advertisement -

«Per la ex Cavallerizza Reale la precedente Amministrazione si era limitata a varare un progetto, essenzialmente, di valorizzazione immobiliare. La Giunta Appendino ha inteso ribaltare quella concezione, aprendo un processo di partecipazione e costruendo un dialogo con la cittadinanza per un utilizzo civico del compendio settecentesco», è l’entusiastico commento del vicesindaco Guido Montanari, che evidenzia: «Si è così avviato un processo per fare della Cavallerizza un hub culturale dedicato alle arti performative, alla ricerca e alla sperimentazione, rivolto prevalentemente ai giovani. L’obiettivo è quello non solo di restaurare il bene secondo le indicazioni della Soprintendenza ma anche instaurare un processo di fruizione e gestione pubblica innovativo». Al coro gaudente si unisce Damiano Carretto, presidente della Commissione Urbanistica «La mozione riconosce il valore culturale di quanto è stato fatto in questi anni dai cittadini all’interno della Cavallerizza Reale».

Dal Teatro Stabile il direttore Filippo Fonsatti commenta: «Non siamo né sorpresi, né delusi. Ci troviamo di fronte a un nuovo modello di gestione che non ha precedenti a Torino, non essendoci esperienze pregresse di questo tipo. Restiamo sereni e pronti a collaborare, con rispetto per chi con passione ha gestito questo spazio».  Fonsatti con tono quanto mai pacato aggiunge: «Permane la piena disponibilità a dialogo e collaborazione con qualsiasi realtà incaricata dalla Città ma, come soggetto pubblico (socio di maggioranza la Città di Torino), abbiamo l’obbligo a dialogare con realtà che siano riconosciute e legittimate dalla Città».

Fonsatti conclude con una vena di ottimismo: «Potremmo volentieri riprendere la gestione dello spazio, ma se la Città decide una linea diversa non possiamo certo muoverci in contrasto ad essa. Attendiamo gli eventi».

Insomma c’è molto interesse per il permanere di un originale e coinvolgente laboratorio di idee e iniziative nella storica Cavallerizza ma vi è anche chi ha lanciato l’allarme per la possibile perdita di ben 4 milioni di fondi Cipe, ottenuti dalla precedente amministrazione, sulla base di un protocollo d’intesa tra Città. Regione, Cassa Depositi e Prestiti e istituzioni culturali torinesi, che prevedeva un percorso di sviluppo per la storica area. Fondi per l’arte e la cultura per restauri e interventi nei Musei reali torinesi che però non possono riguardare soggetti privati. E l’assemblea occupate di fatto è un privato.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Covid, Pd Piemonte: “Icardi sfiduciato, Cirio in ritardo nel gestire emergenza”

Il Partito Democratico piemontese all’attacco della giunta regionale per la gestione dell’emergenza sanitaria. "Oggi Cirio in Commissione Sanità sostituisce l'assessore Icardi nelle...

Nuovo Dpcm, Appendino: “Sindaci non possono decidere chiusure da soli”

La sindaca Chiara Appendino commenta il nuovo Dpcm firmato ieri dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e che affida ai sindaci il...

Covid, sul palco va in scena la crisi dei lavoratori dello spettacolo: “Senza aiuto si chiude”

Cambiare palcoscenico, modificare il proprio modo di fare spettacolo, combattere contro burocrazie e difficoltà economiche e contro lo strabismo culturale di una...

Il Consiglio comunale torna in videoconferenza

Torna il consiglio comunale ma resta chiusa la Sala Rossa. Dopo il caso di positività al Covid di un consigliere M5s che...

Torino 2021, Salvini vuole il nome del candidato entro novembre

Vuole giocare d'anticipo Matteo Salvini nella corsa alle amministrative 2021 e vuole al più presto i nomi dei candidati. "Ho chiesto che entro...