20.9 C
Torino
sabato, 30 Maggio 2020

Belpietro direttore del giornale fondato da Gramsci è un insulto. Appello di Carretta (PD): “Riprendiamoci L’Unità”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

«Dobbiamo rimettere L’Unità al posto che le compete e sottrarlo a chi con inutili provocazioni umilia la sua e la nostra storia». Mimmo Carretta, segretario metropolitano di Torino del Partito Democratico lancia in queste ore un appello, dopo la decisione da parte dell’editore, l’imprenditore edile Massimo Pessina, di mettere come direttore responsabile, per il numero speciale del giornale fondato da Antonio Gramsci, Maurizio Belpietro, giornalista direttore del quotidiano “La Verità” e considerato una penna di destra.

Una decisione contestata dal comitato di redazione. L’appello di Carretta è «a tutte le forze democratiche». L’idea è quella di lanciare una sottoscrizione tra iscritti e simpatizzanti per ridare «L’Unità a chi ha a cuore L’Unità».

- Advertisement -

Una cordata popolare, dunque, come invoca anche Gianni Cuperlo: «Non conosco i proprietari attuali. Non so cosa pensino, per chi votino. So che consegnare quella testata e quella storia nelle mani di un privato a cui è concesso decidere sul destino di una storia comune è un’offesa. E la nomina (simbolica? Provocatoria?) di un direttore che le radici storiche, la carne e le passioni del popolo che l’Unità ha amato e diffuso per decenni, ha legittimamente combattuto da sempre è solo una sciocca, inutile, volgare violenza verso donne e uomini che in molti casi non ci sono più. Parlo a Voi, “padroni” del nostro giornale: quanto costa rilevare la testata? Se ce lo dite io credo, penso, spero, che possa nascere in pochi giorni una cordata popolare, una sottoscrizione di massa per restituire a quella Storia il posto che le spetta», afferma l’esponente Dem.

- Advertisement -

Anche il responsabile dell’organizzazione del Pd Torinese, Saverio Mazza, che ha alle spalle molte feste che prendono proprio il nome dal glorioso giornale, è intervenuto sulla vicenda: «Diteci quanto costa rilevare L’Unità. Ci autotasseremo, proporremo di aumentare il costo delle nostre tessere per devolvere una quota parte, faremo qualunque cosa ma finisca questa agonia».

«L’Unità non può morire due volte», conclude Mimmo Carretta.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Ripresa perchè non porta la mascherina sul bus, sassate all’autista Gtt

Un'aggressione con una vera e propria escalation di violenza quella subita da una autista di Gtt questa mattina, all'altezza di corso Lecce. 

Teatro Regio, la prima vittima “con” Coronavirus

Molto spesso abbiamo sentito in questi mesi due differenti espressioni riferite al Covid: il paziente è morto “per” il coronavirus oppure “con”...

Stretta di Appendino sulla movida: le nuove regole valide fino al 6 giugno

La sindaca Chiara Appendino prova a mettere un freno alla movida visto le folle che hanno gremito locali e piazze della città...

Piazza San Carlo: chiesta conferma condanna per banda dello spray: “Rapina causa primaria di quanto avvenuto dopo”

Il pg di Torino Elena Daloiso ha chiesto la conferma della condanna di primo grado a 10 anni per tre dei quattro...

Coronavirus, in Piemonte 56 contagi

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica...