14.5 C
Torino
lunedì, 19 Ottobre 2020

Bardonecchia, agenti della dogana francese fanno irruzione nei locali Rainbow4Africa

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Scritto da Michele Paolino
Ancora tensione al confine italo-francese. Questa volta è accaduto che a Bardonecchia, nei locali adiacenti alla stazione ferroviaria, dove sono ospitati ed operano i volontari della Ong Rainbow4Africa, c’è stata nel tardo pomeriggio un’irruzione (come testimoniano le foto che pubblichiamo) da parte di cinque agenti della dogana francese. Uno vero e proprio sconfinamento.
Nello stupore dei medici e dei volontari presenti gli uomini della dogana hanno obbligato un giovane migrante, a sottoporsi alle analisi delle urine in bagno. I responsabili della Ong, che inutilmente hanno chiesto spiegazioni agli agenti francesi, hanno avvisato di quanto stava accadendo il commissariato di polizia italiana.
I nostri poliziotti a questo punto sono intervenuti e hanno allontanato la squadra dei doganieri transalpini. Dell’accaduto sono stato immediatamente informati il Prefetto e il Questore di Torino.
Ecco il racconto di Rainbow4Africa: «Nel tardo pomeriggio di oggi, uomini della guardia di confine francese sono entrati armati nella sala della stazione di Bardonecchia dove operano i volontari di Rainbow4Africa, i mediatori culturali e gli avvocati di ASGI.  Rainbow4Africa e ASGI ritengono inaccettabile la grave ingerenza all’operato delle ONG e delle istituzioni italiane. Un presidio sanitario è luogo neutro, rispettato anche nei luoghi di guerra.  Rainbow4Africa agisce secondo principi inviolabili: indipendenza, neutralità, imparzialità e umanità. L’azione degli agenti della Dogana Francese viola tali principi. II comportamento adottato nei confronti del ragazzo nigeriano appare irrispettoso dei diritti umani».
Il dottor Paolo Narcisi, presidente di Rainbow4Africa, commenta: «Riteniamo questi atti delle ignobili provocazioni. Abbiamo fiducia nell’operato delle istituzioni e della giustizia italiana, che sono state investite della responsabilità di attuare i passi necessari verso la Francia. Il nostro unico interesse rimane assicurare rispetto dei diritti umani dei migranti”.
Aggiunge l’avvocato Lorenzo Trucco, presidente di ASGI: «Ritengo che quanto accaduto sia una gravissima violazione non solo di quel sistema dei diritti umani che dovrebbe contraddistinguere l’Europa, ma anche una violazione dei principi basilari della dignità umana, intollerabile nei confronti di persone venute per richiedere protezione. Si valuterà pertanto ogni possibile azione per contrastare simili comportamenti».
Per il sindaco di Bardonecchia, Francesco Avato, gli uomini della Douane non avevano il diritto di entrare e si augura che quanto accaduto non avvenga più.
In serata, attraverso le parole del segretario metropolitano del Partito Democratico, Mimmo Carretta, è arrivata la solidarietà alla Ong. «La nostra massima solidarietà a Rainbow4Africa per quanto successo a Bardonecchia. Il loro è un lavoro prezioso e quanto accaduto è inaccettabile. Il Pd metropolitano torinese coi suoi militanti è a disposizione per offrire tutto il supporto necessario», si legge nella nota.





In aggiornamento

Articolo precedenteLe cubature dei cerchi…olimpici
Articolo successivoBardonecchia 1940-2018
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Covid, Pd Piemonte: “Icardi sfiduciato, Cirio in ritardo nel gestire emergenza”

Il Partito Democratico piemontese all’attacco della giunta regionale per la gestione dell’emergenza sanitaria. "Oggi Cirio in Commissione Sanità sostituisce l'assessore Icardi nelle...

Nuovo Dpcm, Appendino: “Sindaci non possono decidere chiusure da soli”

La sindaca Chiara Appendino commenta il nuovo Dpcm firmato ieri dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e che affida ai sindaci il...

Covid, sul palco va in scena la crisi dei lavoratori dello spettacolo: “Senza aiuto si chiude”

Cambiare palcoscenico, modificare il proprio modo di fare spettacolo, combattere contro burocrazie e difficoltà economiche e contro lo strabismo culturale di una...

Il Consiglio comunale torna in videoconferenza

Torna il consiglio comunale ma resta chiusa la Sala Rossa. Dopo il caso di positività al Covid di un consigliere M5s che...

Torino 2021, Salvini vuole il nome del candidato entro novembre

Vuole giocare d'anticipo Matteo Salvini nella corsa alle amministrative 2021 e vuole al più presto i nomi dei candidati. "Ho chiesto che entro...