15.5 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

A Torino se muori nella domenica ecologica resti … “a piedi”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di Giulia Zanotti

Domenica tutti a piedi. Anche le pompe funebri. Infatti, per la seconda delle domeniche ecologiche volute dalla giunta Appendino (il 2 aprile dalle 10 alle 18) non potranno circolare nemmeno i veicoli delle agenzie funebri per le cure “casalinghe” dei defunti.
A denunciarlo è il capogruppo Pd in Sala Rossa Stefano Lorusso che posta su Facebook la lettera di risposta dell’assessora all’Ambiente Stefania Giannuzzi alle Imprese di Onoranze Funebri torinesi che chiedevano una deroga.
L’assessora nella missiva precisa che sono il carro funebre può circolare, in quanto «autoveicolo ad uso speciale», mentre «l’atto amministrativo in questione non contempla alcuna esenzione applicabile indistintamente a tutti i veicoli di proprietà delle agenzie funebri o dei dipendenti delle stesse».
Peccato che, come ricorda Lorusso, di domenica non ci sono funerali. Piuttosto «quello che servirebbe autorizzare è il personale delle imprese a muoversi per spostare il materiale necessario presso il domicilio dei defunti. E la cosa, non serve un grande intuito a capirlo, non si fa usando i carri funebri ma altri mezzi. Quindi cari torinesi, sperate di non aver bisogno di servizi funebri durante le domeniche di blocco del traffico» denuncia nel suo post il capogruppo Pd.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano