20.4 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Urmet punta sull’Infotainment: Le Iene, Scherzi A Parte, Bobo Tv trainano la svolta nella comunicazione dell’azienda torinese

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Infotainment, un neologismo di origine anglosassone che fonde i termini “information ed “entertainment e che indica un metodo divulgativo gradevole, leggero e interattivo, senza sminuire la serietà e la coerenza del messaggio che si intende veicolare: ecco la scelta compiuta dall’azienda torinese Urmet circa 8 mesi fa, svoltando verso questo esperimento comunicativo anche in un abito complesso come quello della divulgazione tecnologica in merito alla smart home e alla protezione degli edifici.

Dopo l’esordio nel novembre scorso a Torino e Marcianise (Ce), con la serata “Un Venerdì Organizzato alla Grande”, Urmet ha ripetuto l’esperimento pochi giorni fa a Roma con “SPSQR, Sono Proprio Smart Questi Romani”, ottenendo un buon successo di pubblico e di partecipazione in tutte e tre le location, ubicate presso gli Uci Cinema delle tre città.

«Abbiamo deciso di parlare di innovazione e smart home utilizzando una formula ibrida e accattivante – sottolineaElio Limonta, direttore vendite Italia di Urmet -, calibrando il giusto mix fra divertimento, interazione e informazione. Direi che la risposta da parte del pubblico non si è fatta attendere ed è stata estremamente incoraggiante e positiva nel corso di tutti e tre gli eventi, con oltre 2000 persone complessive in presenza e centinaia collegate via streaming attraverso i nostri social. Mi sembra bello poter parlare di cose serie ed importanti in modo consapevole ma leggero, ironico e con grande spirito».

“Un Venerdì Organizzato alla Grande” ha avuto come mattatori della serata i comici Michele Cordaro (a Torino) e Pietro Sparacino (a Marcianise), entrambi inviati del programma televisivo “Le Iene”, oltre agli ex calciatori Bobo Vieri, Antonio Cassano, Lele Adani e Nicola Ventola, collegati in diretta dalla Bobo Tv, che hanno intrattenuto e divertito il pubblico presente con aneddoti calcistici curiosi e “fuori onda” esilaranti.

SPSQR, “Sono Proprio Smart Questi Romani” invece è stato presentato e condotto da Valentina Persia, attrice, cabarettista e ballerina romana, ospite regolare di numerosi programmi televisivi, tra cui “Sotto a chi tocca”, “Ci vediamo su Rai Uno”, “La sai l’ultimissima?” e i più recenti “Isola dei Famosi” e “Only Fun”.

Tutte le serate hanno visto il contributo della squadra di “Scherzi a parte”, che ha intrattenuto il pubblico con gag e candid camera ironiche, in cui le vittime erano installatori elettrici (il target di riferimento di Urmet) ignari, sorpresi e divertiti.

Un format di presentazione insolito e inaspettato, che è riuscito a coinvolgere il pubblico informandolo e divertendolo, trasformando quindi la serata in un vero e proprio spettacolo incentrato sulle nuove tecnologie legate alla nostra casa, tematiche con cui abbiamo a che fare, a tutte le età, ormai quotidianamente.

«Esperimento riuscito e da ripetere – commenta Emanuela Barla, responsabile customer relationship, management & comunicazione Urmet -, abbiamo riunito centinaia di tecnici e installatori provenienti da mezza Italia, parlando della loro vita professionale con un sorriso e tanta autoironia: nessuno è uscito dalla sala senza godersi un momento di buonumore».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano