21.9 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Salone dell’Auto di Torino, multa dal Comune per aver occupato più spazio del dovuto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Polizia Municipale di Torino ha multato gli organizzatori del Salone dell’Auto, per aver occupato uno spazio più ampio di quello previsto per lo stoccaggio del materiale necessario alla manifestazione, che si terrà al Parco del Valentino dal 19 al 23 giugno.

Valentina Sganga, capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Consiglio comunale di Torino spiega quanto avvenuto: «Dal 19 al 23 giugno si terrà al Parco del Valentino la quarta edizione del Salone dell’Auto, un evento in grado di coinvolgere numerose persone tra abitanti e turisti. Come maggioranza consiliare, sin dal termine della scorsa edizione, abbiamo operato affinché l’evento si svolgesse compatibilmente all’esigenza della massima fruibilità del Parco del Valentino».

Continua l’esponente pentastellata: «Per questo, di concerto con l’assessore al Commercio Alberto Sacco, grande attenzione era stata riposta sull’esigenza di ridurre i giorni richiesti per l’allestimento e il disallestimento delle strutture espositive oltreché sulla possibilità di introdurre maggiorazioni relativamente al pagamenti della Cosap e delle compensazioni arboree e manutentive. Indicazioni favorevolmente recepite nella delibera approvata ieri mattina dalla nostra giunta».
«Rileviamo però che mentre le operazioni di montaggio sarebbero dovute partire a decorrere dal 28 maggio, l’operazione di stoccaggio, iniziata già ieri, ha impropriamente occupato ben oltre i 550 metri previsti ed autorizzati, estendendosi su una superficie di ben 1900 metri quadri. Accogliamo pertanto favorevolmente la pronta sanzione amministrativa somministrata dal corpo della nostra polizia municipale e la ferma indicazione che, siamo certi, l’assessore Sacco darà di rientro del materiale nel limite dei 550 metri quadri previsti», conclude Sganga.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano