19 C
Torino
domenica, 20 Settembre 2020

Salone del Libro, preoccupano le parole di Appendino. Valle (Pd): “La Regione non diventi mero finanziatore”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Andrea Araldi
Andrea Araldi
Già consigliere comunale di Torino. Direttore editoriale del mensile Starthub Torino. Tra i suoi interessi la politica, il mondo dell'innovazione e informazione.

Non sono passate sotto traccia le parole della sindaca di Torino Chiara Appendino sul futuro del Salone del Libro. In conferenza stampa, tra pacche sulle spalle e riconferme (Massimo Bray e Nicola Lagioia lavoreranno insieme anche per l’edizione 2019) la prima cittadina ha spiegato che il prossimo anno ad organizzare il Salone ci sarà la Fondazione per la Cultura. La stessa che da candidata sindaca Appendino aveva promesso di chiudere.
«Per garantire solidità si è deciso di procedere con una convenzione affinché sia la Fondazione Cultura ad operare», ha detto la sindaca.
Affermazione che preoccupano, come spiega Daniele Valle presidente della Commissione Cultura, che non vuole che la Regione diventi  un «mero finanziatore».

“Il salone del libro è un punto fondamentale delle nostre politiche culturali”

«Alla conferenza stampa di chiusura del salone del Libro la sindaca Appendino ha annunciato che la prossima edizione sarà organizzata dalla fondazione per la cultura del Comune di Torino. Una suggestione curiosa, se si pensa che nel suo programma ne prevedeva la chiusura», dice Daniele Valle.
«Per il Partito Democratico – continua Valle – non è accettabile che la Regione, principale contributore della manifestazione, si riduca a mero finanziatore, senza un coinvolgimento in prima persona. Lo strumento della convenzione pluriennale – sottolineano – paventato da Parigi non offre sufficienti garanzie né di supporto e tutela alla manifestazione né di coinvolgimento nell’organizzazione».
«Il salone del libro è un punto fondamentale delle nostre politiche culturali, tanto da essere riconosciuto nel testo unico per la cultura in discussione», conclude il presidente della Commissione Cultura in Regione e il vicepresidente Luca Cassiani.
Durante la conferenza Appendino ha inoltre promesso che si sta «lavorando per reperire i fondi necessari a far sì che il Salone del Libro non debba mai più operare in emergenza e perché il marchio resti pubblico».
«Come ha detto il presidente Bray, è un laboratorio di cultura e come tale vanno riconosciuti la sua storia e il suo futuro», ha aggiunto, «abbiamo avviato il processo di liquidazione per i fornitori – ha detto al riguardo – ora cercheremo di velocizzare anche i pagamenti».
Il prossimo Salone del Libro si terrà dal 9 al 13 maggio 2019. A confermare le date è stato il direttore Nicola Lagioia.
 
 
Foto dal sito di Daniele Valle

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Il Covid svela il segreto di Pulcinella: precariato usato, abusato, malpagato

L'emergenza Covid sbatte in faccia, a chi faceva finta di non vedere, l'uso e l'abuso del precariato nel mondo del lavoro che...

Recovery Fund e agricoltura, Carenini (Cia Piemonte): “Fondi per rilanciare il settore”

Agricoltura, patrimonio della nostra economia. Un settore che durante il lockdown non si è è fermato, e che oggi conta di poter...

Febbre a scuola, il Tar respinge il ricorso del Ministero contro l’ordinanza di Cirio

Il Tar del Piemonte non ha accolto la richiesta del Governo di una sospensiva d’urgenza in via monocratica per l’ordinanza della Regione...

No Tav, Dana Lauriola è stata arrestata. Tensione tra attivisti e polizia a Bussoleno

E' avvenuto questa mattina all'alba l'arresto di Dana Lauriola, storica attivista No Tav e militante del centro sociale Askatasuna, condannata a due...

RU 486, Appendino contro la Regione: “Becera propaganda sul corpo delle donne”

La sindaca di Torino Chiara Appendino interviene in merito alla proposta della giunta regionale del Piemonte di abolire la somministrazione della pillola...