3.4 C
Torino
venerdì, 27 Novembre 2020

Resipiscenza di Nostra Signora

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Drake
Drake
Sir Francis Drake nato il 13 luglio 1540. Navigatore e corsaro inglese. Collabora con Nuova Società dal 2017, con la rubrica "I corsivi del corsaro". Una leggenda narra che quando si è in pericolo basta battere sul suo tamburo per vedere le vele delle sue navi all'orizzonte e giungere in soccorso.

Nostra Signora Appendino ha deciso che la ricreazione è finita. Nel giro di poche ore ha licenziato il suo vice Guido Montanari e inviato un ultimatum al Movimento sociale Cinquestelle che la sostiene. In sostanza: se il buon senso non ritornerà a circolare liberamente tra i banchi della Sala Rossa scaldati dai pasdaran grillini, ipso facto Lei chiuderà anzitempo la consiliatura.
Tre anni dunque le devono essere apparsi sufficienti per riportare la politica dallo stadio primitivo delle battute ad effetto dei suoi assessori, dei dispetti e delle irrazionalità misurate un tanto a sciocchezza dei consiglieri pentastellati, dei collaboratori scelti tra improbabili monaci e veri pitbull, entrambi protagonisti (Giordana e Pasquaretta) di brutte figure mitiche, ad uno stadio adulto. Bentornata sindaca Chiara Appendino. Ora governa.
E nel giorno dei grandi ritorni, mi sembra doveroso il plauso ai compagni di Meranda, che di domenica hanno trionfato sui quotidiani, dagli Urali al Potomac.
Il signor Gianluca Meranda, come è ora noto, non è più un anonimo avvocato, massone dichiarato, in corsa per la mezz’ora di celebrità nel Russiagate in salsa verde. Se risulterà vero tutto quello che è stato detto e scritto in questi giorni, potremmo  – il condizionale è d’obbligo-  persino sostenere di rivedere nei compagni di Marenda l’antico e potente sodalizio massonico che in Italia, a decenni alterni, vuole rifondare a propria immagine e somiglianza il nostro Paese. Somiglianze pericolose, per la verità. Come quella che aveva in mente il pistoiese Licio Gelli, il capo della P2, che da promotore della Permaflex univa l’utile al dilettevole: vendeva i suoi materassi alle Forze Armate e cercava di corromperne i vertici per le sue trame eversive, coinvolgendo Servizi segreti, mentre intrallazzava beatamente con Roberto Calvi, “il  banchiere di Dio”, a quel mefitico tavolo su cui giocavano anche il banchiere di Cosa Nostra Michele Sindona e sua Eminenza Marcinkus, il cardinale dello Ior, il cuore finanziario del Vaticano e ultimo il playfaccendiere Flavio Carboni.
Ma riletti a grande distanza da quegli avvenimenti, gli anni Settanta e Ottanta, quei nomi, quella squadretta di seri criminali, portano ad escludere che vi sia somiglianza con il presente.
È noto: la storia si declina nelle sue ripetizioni da dramma a farsa. E con i compagni di Marenda che raccolgono il meglio della comicità politica, da quel Savoini che nella fisiognomica delle tempie ricorda molto da vicino il ministro della Propaganda nazista Goebbels (perfettamente in linea con le sue simpatie, peraltro) alla corte che circonda Salvinman, la farsa, infatti, è quotidianamente assicurata.
Al dramma, invece, ci pensa in servizio permanente effettivo il destino dell’Italia.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Smat, Standard & Poor’s migliora il rating

Passa da BBB- a BBB con un outlook “stabile” il racing di Smat, l’utility torinese a partecipazione totalmente pubblica, che gestisce il...

Torino 2021, Saracco non si candida

Il rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco non si candiderà con il centrosinistra alla corsa di sindaco, nelle amministrative del 2021....

Carretta e Furia: “Primarie sospese, si lavora sul programma”

“Questa sera la coalizione di centrosinistra si è ritrovata e si è registrata un'ampia convergenza sulla proposta del PD: le primarie restano...

Violenza sulle donne e media, blitz femminista contro Rai e Ordine dei Giornalisti

Sanzionato l'Ordine dei Giornalisti, in corso Stati Uniti, e la sede Rai di via Verdi da attiviste femministe nella Giornata Mondiale contro...

In libreria Calma&Karma di Gioele Urso: “Il noir è un modo per far luce su quel che vogliamo ignorare”

Torino, ai bordi di corso Moncalieri, sulle sponde del fiume Po all'altezza del Giardino Ginzburg, viene trovato il corpo senza vita di...