15.5 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

Reddito e pensioni, saltano le sedute in commissione Senato. Colpa del caso Diciotti?

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Ma Sono saltate le due sedute previste in commissione Lavoro del Senato in cui dovevano incominciare le votazioni per gli emendamenti del Decreto Legge su Reddito di Cittadinanza e Pensioni quota 100.

Infatti, dopo che era stata annullata la seduta delle 18 anche quella delle 21 ha avuto lo stesso destino. Tra i membri della commissione il senatore del Partito Democratico Mauro Laus, il quale solleva un dubbio, dopo, come spiega, che la seduta dè stata «sconvocata per l’ennesima volta, dopo quelle annullate la scorsa settimana».

«All’ordine del giorno c’era il Reddito di cittadinanza sul quale si ha ormai la certezza non ci sia accordo nella stessa maggioranza e intanto mentre trovano una quadra i lavori sono sospesi e si naviga a vista», evidenzia il senatore Pd.
«Non escluderei si stia barattando sostegno a reddito di cittadinanza con voto “Salva Salvini” sul caso Diciotti, ovvero finché l’alleato leghista non avrà la certezza del sostegno dei grillini anche il discorso reddito rimarrà in attesa di verdetto», conclude Mauro Laus.

La seduta che era prevista alle 18, della V Commissione slitta a domani mattina, alle 8.30, mentre quella delle 21 si terrà sempre domani, ma alle 14.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano