12.4 C
Torino
lunedì, 24 Giugno 2024

Parigi, entra in azione anche il Mossad

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Entra in azione anche il Mossad, i servizi segreti israeliani nella Parigi di fuoco che in queste ore è stretta nella morsa della paura e del terrorismo islamico.
Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha dato ordine al ministero degli esteri e al Mossad di dare al governo francese «ogni assistenza necessaria per combattere l’ondata di terrorismo a Parigi».
Dopo l’attacco alla redazione del settimanale francese Charlie Hebdo nel quale hanno perso la vita dodici persone, questa mattina, Said e Chérif Kouachi, due dei presunti killer, ora accerchiati dalle forze dell’ordine, si sarebbero barricati con un ostaggio in un’azienda di Dammartin en Goele, nella città di Rue Clement nella regione Ile-de-France, a circa 40 chilometri da Parigi.
E oggi, in tarda mattinata, nel supermercato kosher alle porte de Vincennes a Parigi, un altro uomo si sarebbe asserragliato con altri sei ostaggi tra cui donne e un neonato, chiedendo la liberazione dei due fratelli. È quanto riferisce Bfm-Tv che mostra le immagini delle teste di cuoio in azione sul posto. Il sequestratore sarebbe Amedy Coulibaly, il killer della poliziotta uccisa ieri mattina nel sud di Parigi, da poco uscito di prigione. «Sapete chi sono! Sapete chi sono!» Avrebbe gridato il 32enne con pesantissimi precedenti penali, arrestato e condannato nel 2010, per aver fatto parte di un gruppo che aveva elaborato un piano per tentare di far evadere Smait Ali Belkacem, l’autore dell’attentato del 1995 alla stazione Rer di Saint-Michel a Parigi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano