15.2 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Movida selvaggia a Torino, Appendino tace, Ricca no: “Aprirò un tavolo con Prefettura e Questura”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Nessuna comunicazione in consiglio comunale a Torino da parte l’amministrazione Appendino sulla movida selvaggia in città, nonostante le protesta di chi abita nei quartieri dove sono più presenti i locali notturni.

Il capogruppo della Lega e assessore regionale Fabrizio Ricca promette di far intervenire la Regione Piemonte: «Il Comune di Torino non ha intenzione di dare comunicazioni in Sala Rossa in merito alle proteste dei residenti in piazza Santa Giulia, che da tempo convivono con una movida fuori controllo che impedisce loro di dormire».

«Se per Appendino il problema non è degno di interventi e di discussioni vorrà dire che toccherà alla Regione prendere le redini della situazione – afferma l’assessore regionale alla sicurezza Fabrizio Ricca -. Sarà mia premura aprire quanto prima un tavolo con Prefettura e Questura per studiare una soluzione specifica al problema e per ridare serenità ai residenti».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano