8.7 C
Torino
mercoledì, 28 Settembre 2022

Mah Jong, il gioco d’azzardo cinese nella casa clandestina a Barriera di Milano

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Una casa adibita a sala da gioco d’azzardo riservata alla comunità cinese, in cui il gioco praticato era quello del Mah Jong. A scoprirla gli agenti del commissariato Barriera Milano a Torino che hanno condotto l’attività investigativa una volta identificata l’abitazione. L’appartamento infatti sembrava chiuso, ma da dietro le serrande si poteva udire il rumore dei dati lanciati e il mescolare di piccoli oggetti di plastica.
Facendo irruzione dell’appartamento i poliziotti hanno sorpreso quattro persone intente a giocare a Mah Jong e hanno sequestrato il materiale del gioco: 288 tessere e ciotole con all’interno 90 euro in contanti.
Nella stanza a fianco era presente un altro tavolo già preparato per il gioco d’azzardo, mentre in una terza stanza sono stati accatastati i mobili che arredavano l’appartamento e l’ultimo locare era un vero e proprio punto di ristoro. Alcuni post-it sui muri hanno lasciato intuire come in precedenza fossero state istallate macchine per il gioco online. 

A dirigere il tutto un uomo di origine cinese, che aveva le chiavi dell’appartamento e aveva approfittato dell’assenza del proprietario e che soprattutto nei weekend gestiva l’attività di gioco illegale e che è stato deferito per istituzione e tenuta di casa da gioco d’azzardo clandestina. Le altre persone sono state identificate e denunciate per partecipazione al gioco d’azzardo in casa da gioco.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano