13.1 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Ius Soli, Tresso vuole ritirare la mozione dopo il voto degli emendamenti. Lo Russo e Versaci litigano

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il consiglio comunale di Torino si è concluso con un acceso scambio di battute tra il presidente, il pentastellato Fabio Versaci e il capogruppo del Partito Democratico, Stefano Lo Russo. Il casus belli il voto di una mozione sullo Ius Soli presentata da Francesco Tresso, capogruppo della Lista Civica per Torino.

Dopo che la maggioranza Cinque Stelle aveva approvato una serie di emendamenti, Tresso, che riteneva stravolto il testo della sua mozione, ha chiesto di ritirarla. Ma, visto che questa richiesta è arrivata dopo gli emendamenti, non è stata accolta. Stefano Lo Russo a questo punto ha apertamente criticato l’atteggiamento ironizzando sullo “stile democratico della maggioranza”.
Da qui il battibecco con Fabio Versaci che ha costretto la vicepresidente del consiglio Serena Imbesi ha sospendere i lavori.
La mozione, che impegna la sindaca Appendino e la sua giunta “a compiere ogni azione nei confronti di governo e Parlamento per coinvolgere gli organi comunitari nell’esame del Disegno di Legge sullo Ius Soli, per consentire una visione coordinata a livello europeo della normativa”, è passata con 22 voti a favore.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano