12.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Coronavirus, in Piemonte la spesa a domicilio la fa CasaPound

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

CasaPound, grazie all’impegno attivo dei suoi militanti, ha deciso di aiutare le persone più anziane, quelle più a rischio di infezione e con più difficoltà motorie, con la spesa a domicilio.

“Le persone nelle fasce di età più a rischio e con problemi di salute sono in seria difficoltà in queste ultime settimane, anche una semplice operazione come fare la spesa può diventare complicata e rischiosa – commenta Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound che continua – per questo abbiamo pensato di mettere a disposizione un numero da contattare per poter organizzare le consegne a domicilio di beni di prima necessità. Sappiamo che non sarà semplice e che le richieste saranno numerose, ma siamo abituati ad agire anche nei momenti di maggiore crisi, quindi abbiamo già parecchi volontari pronti a muoversi. I nostri anziani sono la nostra eredità, quelli che ieri hanno difeso i sacri confini della nostra Nazione, aiutarli oggi è il minimo che noi possiamo fare”.

“In uno dei periodi più drammatici del paese ci ritroviamo con il peggior governo possibile, dove i decreti si susseguono, ma dopo più di un mese nessuno ha ancora aiutato le famiglie italiane. Vista l’incapacità delle istituzioni – afferma seccato Marco Racca, coordinatore regionale del Movimento – abbiamo deciso di prendere noi l’iniziativa, di agire con le forze a nostra disposizione, ben consci delle esigenze primarie di anziani e pensionati. Le categorie più deboli – continua Racca – sono quelle su cui si sta abbattendo pesantemente la scure del virus, sia in termini di morti sia per quanto riguarda il disagio sociale. Non possiamo permettere che chi ha lavorato duramente per tutta la propria vita venga abbandonato a se stesso da politici assenti e impreparati”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano