15.4 C
Torino
domenica, 26 Settembre 2021

Autunno torinese sotto i Portici di Carta

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo
La più lunga libreria del mondo tornerà sotto i portici di Torno il 4 e 5 ottobre per l’ottava edizione di Portici di Carta. Un’iniziativa che completa il ricco e qualificato programma di eventi culturali di questo autunno torinese. Con Portici di Carta in tanti potranno riscoprire il fascino del libro con una passeggiata lunga due chilometri e mezzo nel cuore della città dove le bellezze architettoniche del salotto di Torino si sposano benissimo con il fascino del libro. Questo in una città che vanta una grande e autorevole tradizione nel campo editoriale. La manifestazione incontra sempre molto interesse e curiosità. Un modo per riscoprire il fascino del libro in un Paese in cui si legge sempre meno. I dati sulla lettura di libri in Italia sono infatti sconfortanti e solo una ristretta minoranza riesce a leggere realmente più di due tre libri all’anno.
L’incontro con il libro è un fatto importante in particolare per i più giovani spesso dipendenti quasi full time di internet e telefonino. Passeggiando tra piazza San Carlo e piazza Carlo Felice potranno riflettere sul fatto che la reale conoscenza ha molte facce che vanno ben oltre le didascaliche risposte di Wikipedia.
Le scorse edizioni alle note positive della manifestazione hanno fatto da contraltare le forti lamentele degli operatori del settore: librerie, editori, biblioteche su cui pesano le conseguenze della grande crisi di questo comparto. Una realtà che continua a sfornare libri e libri in quantità abnormi, spesso di scarso contenuto, con titoli a effetto per ottenere subito poche maledette vendite.
Ormai tutti i personaggi dello spettacolo, cuochi, calciatori, attori e ballerini scrivono un libro, ma sono pochissimi gli autori che riescono a raggiungere livelli di vendita accettabile. Un segno della crisi è evidente nel fatto che quello che pochi anni fa era considerato un livello di vendite modesto oggi rappresenta un successo editoriale e soprattutto dalle difficoltà in cui si dibattono tante librerie anche quelle storiche della città.
Portici di Carta prevede, oltre alle centinaia di bancarelle e stand, una serie di iniziative e di eventi gratuiti con incontri e dibattiti con autori, editori e addetti ai lavori.
Lunedì 29 settembre alle ore 12 presso il Palazzo Chiablese in Piazza S. Giovanni 2, è in programma la presentazione della manifestazione alla quale saranno presenti: Rolando Picchioni Presidente Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura,
Maurizio Braccialarghe Assessore alla Cultura, Città di Torino; Antonella Parigi Assessore alla Cultura, Regione Piemonte; Guido Cerrato Dirigente dell’Area Promozione e sviluppo del Territorio,Camera di commercio di Torino; Rocco Pinto Coordinatore librerie di Portici di Carta;  Marco Pautasso Direttore Attività Culturali, Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura; Cristina Giovando Consigliere d’amministrazione, Fondazione Crt; Stefano Gallo Assessore allo Sport, Città di Torino; Patrizia Alfano Associazione Uisp, Direzione Nazionale.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Nuova Società - sponsor