16.9 C
Torino
domenica, 9 Maggio 2021

No Tav occupano sede romana di La Repubblica

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.


Militanti del Movimento No Tav hanno occupato questa mattina la sede romana del quotidiano La Repubblica con tanto di striscioni e di candelotti di lacrimogeni con un chiaro riferimento al ferimento dell’attivista 35enne Giovanna che, come denuncia lei stessa in un video, sarebbe stata colpita da un lacrimogeno sparato ad altezza uomo. 

“Siamo la terra che si ribella” “Forza Giovanna” si legge negli striscioni con cui i manifestanti sono entrati nel palazzo di via Colombo. Un blitz, spiegano gli stessi attivisti, “per denunciare l’assenza di notizie riguardanti i fatti di San Didero dove sono rimasti feriti diversi attivisti nel tentativo di difendere la Valle dalla devastazione per la costruzione del nuovo ed inutile autoporto”.

I No Tav avevano con se un documento con 10 domande da porre al presidente del Consiglio Mario Draghi, tra cui ad esempio: “Vorremo delucidazioni riguardo l’utilizzo in Val di Susa, da parte delle forze del disordine, dei gas lacrimogeni CS catalogati come armi di terza categoria, ossia “armi chimiche”. 

La redazione di Repubblica ha concesso a un gruppo di manifestanti un incontro, mentre altri sono invece stati bloccati dalla polizia nell’atrio del palazzo. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano