Nuovo decreto, nuovo modulo di autocertificazione. L’ennesimo da quando è incominciata l’emergenza Coronavirus. Lo ha annunciato il capo della Polizia, Franco Gabrielli, a SkyTg24.

Spiega Gabrielli: “Stiamo per editare l’ennesima autocertificazione che è stata in qualche modo oggetto di ironie. Noi non lo facciamo perché non sappiamo che cosa fare, lo facciamo perché cambiano le disposizioni e dobbiamo aggiornarle. Questo nuovo modulo intercetterà moltissime delle questioni che a volte attengono alle specificità dei singoli problemi”. 

Poi parlando del comportamento degli italiani in questo periodo Gabrielli ha evidenziato come: “la stragrande maggioranza dei cittadini è rispettosa delle regole, pur vivendole magari con sofferenza e fastidio, ma c’è pure un’altra parte dei cittadini che, o perché non ha compreso, o non è consapevole del rischio o perché è sempre un po’ allergica, si comporta in maniera negativa e introduce un vulnus che può pregiudicare il tanto che si sta facendo”, ha aggiunto Gabrielli.

“I furbi vanno perseguiti con rigore e severità, ma c’è chi ha vere necessità che spesso non trovano riscontro nel modulo di autocertificazione e che va capito”.