Il senatore del Partito Democratico Matteo Richetti tiene a distanza il candidato alle primarie Maurizio Martina. E praticamente lo scarica ufficializzandolo con un audio, che pubblichiamo, in cui si sfoga con i suoi compagni di corrente. Una separazione, in cui non mancano i tono accesi nei confronti del già segretario Dem, nuovamente in corsa.

Spiega: «per la mozione è finita» e racconta di aver cancellato le iniziative in cui doveva andare a dire di votare Martina.

«Ho cancellato le iniziative, io non ci vado in Toscana a dire votate Martina, anzi vi invito a farvi i c..zi vostri. Non vado in Sicilia. L’hanno consegnata a Faraone, non ci vado, Lotti ha fatto quello che gli pareva». «Sosterremo i nostri, io non li lascio soli».  Dice anche che in casi come il Piemonte di accordi soddisfacenti sarà al fianco dei candidati. E poi: «Martina può andare a cag…e, ha voluto preferire i De Luca e i Lotti e compagnia? da noi non avrà nessun sostegno».

Se ne lava praticamente le mani. Ascoltiamo, esclusiva di Nuova Società,  l’audio qui sotto.