13.3 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

ThyssenKrupp, Conte ad Appendino: “Scrivere lettera alla Merkel”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Questa mattina a Palazzo Chigi il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha ricevuto una delegazione dei familiari delle vittime del rogo della ThyssenKrupp, avvenuto a Torino nel dicembre 2007.

Conte durante l’incontro ha consigliato alla Sindaca di Torino, Chiara Appendino, anch’essa presente all’incontro, di scrivere una lettera ad Angela Merkel, la Cancelliera Federale della Germania, per riuscire ad arrivare ad un componimento amichevole tra Italia e Germania, rispetto il ricorso fatto alla Corte Europea, inoltre il premier ha promesso, che la stessa verrà consegnata da lui stesso in persona.

La Sindaca dopo l’incontro ha dichiarato: “La Città di Torino continuerà a dare la sua disponibilità per ogni azione che sarà necessaria”. A poi ringraziato i rappresentanti del governo presenti: “Ringrazio il Presidente Giuseppe Conte e il Ministro Alfonso Bonafede per aver accolto le famiglie delle vittime ThyssenKrupp a Palazzo Chigi”

Come già detto era presente all’incontro anche il Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, che ha parlato con i famigliari delle vittime, che attraverso il loro legale, l’avvocato Anton Giulio Lana, hanno dichiarato: “Abbiamo valutato la possibilità di arrivare a un componimento amichevole della vicenda dinanzi alla Corte Europea dei diritti dell’uomo, dove io ho promosso ricorso per i congiunti delle vittime della tragedia. La disponibilità è stata importante, mi auguro che si possa arrivare a un accordo non solo con l’Italia, ma anche con la Germania: se si riuscisse a fare un componimento amichevole rispetto il ricorso alla Corte europea credo che potrebbe essere importante e soddisfacente”.

Paolo Bogliano

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano