7.7 C
Torino
sabato, 25 Maggio 2024

Rallentano i casi gravi di Coronavirus in Piemonte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Non abbassiamo comunque la guardia, ma qualcosa di positivo si intravvede in questi giorni drammatici di emergenza Coronavirus. Infatti in Piemonte sono meno i casi gravi, come spiega l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi: “C’e’ un rallentamento progressivo dell’incremento dei casi gravi di coronavirus in Piemonte – dice – Se i dati proseguiranno in questo senso riusciremo a vedere la luce”.

Ai numeri la conferma: “All’inizio dell’epidemia il tasso di raddoppio era di 2,2 giorni. Ora siamo a 5,1”.

Rallenta anche l’indice legato alla terapia intensiva, che si allunga a 5,5 giorni di raddoppio.

“La proiezione del numero dei ricoverati in terapia intensiva degli ultimi quattro giorni ha una inclinazione abbastanza favorevole- conclude Icardi-. Se i dati continuano a essere coerenti staremo sotto i 400 posti necessari, che e’ nelle capacita’ di nostro sistema sanitario”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano