3.9 C
Torino
mercoledì, 2 Dicembre 2020

L’Agenda per “Torino 2031”, civismo e centro sinistra fanno prove di coalizione

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Prima uscita ufficiale, a Q35 di via Quittengo, per l’Agenda Torino 2031, l’anima civica del centrosinistra che si prepara alle prossime amministrative. Ad aprire gli interventi, a ciascuno pochi minuti secondo una timeline ben scandita, Federico De Giuli, che con il suo “Laboratorio civico” è tra i promotori dell’Agenda e che ha dalla sua l’esperienza di un altro civismo, quello del padre Mario che trent’anni fa lanciò Valentino Castellani. “Abbiamo raccolto qui i rappresentati di gran parte della città di centrosinistra – ha spiegato De Giuli – Vogliamo parlare di contenuti, delle priorità per la prossima amministrazione per trovare i punti di convergenza e fare leva sulla concretezza dei cittadini che chiedono di essere bene amministrati”. 

Ad alternarsi sul palco mondo civico e mondo politico, con diversi rappresentanti della sinistra: dal Partito Democratico con alcuni dei suoi esponenti più in vista in città, a Luv con Marco Grimaldi, i Radicali di Silvio Viale, Azione con Claudio Lubatti. 

Il capogruppo Pd in Consiglio comunale, Stefano Lo Russo, ha dettato alcuni temi su cui la prossima amministrazione dovrà dedicarsi con attenzione. Si è soffermato sulla necessità di “ripensare la questione urbanistica e sperimentare nuove modalità della gestione patrimonio pubblico”, oltre all’attenzione per il settore dell’automotive e per il Parco della Salute. 

Il segretario piemontese del Pd Paolo Furia ha salutato da biellese che si augura “che Torino possa ripartire per essere uno grande città alla guida di una regione importante”. “Stiamo già avviando discorsi a livello di coalizione perché dobbiamo mobilitare un popolo – ha proseguito Furia – La gente è arrabbiata e per questo vota una destra che potrà nascondersi dietro candidato civico, ma che è pur sempre quella di Salvini e Meloni”.

Sulla stessa linea anche il segretario metropolitano Dem Mimmo Carretta: “Torino paga lo scotto di 4 anni di scelte sbagliate, ma ora deve riprende a vivere. Abbiamo bisogno di chi è pronto per andare avanti. Dal confronto di idee verrà fuori il candidato”, ha concluso.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Covid, 64 decessi in Piemonte. Calano i ricoveri

Sono 64 i decessi di persone positive al test del Covid-19 registrati oggi in Piemonte. Questo il dato comunicato nel pomeriggio dall'Unita'...

‘Gli sguardi sul MOI’: noir e foto giornalismo raccontano la più grande occupazione d’Europa

Il 30 luglio del 2019 con lo sgombero dell'ultima palazzina terminava l'occupazione dell'ex MOI a Torino, quella che è stata definita la...

Federica Scanderebech passa a Forza Italia: “Torno a casa”

Una foto di lei bambina mentre partecipava ad un evento vicino a Silvio Berlusconi. Con questa voto che mostra sui social e...

Toni Algerini, ex Berloni Torino, batte il Covid: “Al Mauriziano non mollano mai”

"E' un virus subdolo e terribile, se ha messo in ginocchio persino me che sono un gigante". Ricoverato all'ospedale Mauriziano di Torino...

Folla nei negozi, più controlli e misure severe contro gli assembramenti

La folla che ieri si è riversata nel centro di Torino al primo giorno di apertura dei negozi del Piemonte in zona...