20.7 C
Torino
giovedì, 24 Settembre 2020

Il documento della Corte dei Conti: “Le risorse delle azioni Iren impiegate in modo non conforme”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società.

Salgono i parametri di deficitarietà dell’ente, il piano per migliorare la riscossione non raggiunge gli obiettivi auspicati e le risorse derivanti dalla dismissione delle quote Iren sono state utilizzate – secondo la magistratura contabile – in modo non conforme.

È quanto emerge dal documento della Corte dei conti relativo al rendiconto di Bilancio 2017 del Comune di Torino.

- Advertisement -

29 pagine, frutto della seduta del 22 gennaio scorso e che pubblichiamo integralmente, in cui si boccia l’operato dell’amministrazione Appendino e soprattutto ci si concentra sulla dismissione delle quote di Iren.

- Advertisement -

Infatti quanto emerge nel documento è che quelle risorse derivanti dalla cessione di quote della partecipata sono state utilizzate per coprire spesa corrente e non per concorrere a politiche di risanamento o a finanziare nuovi investimenti.

Un particolare non da poco perché questa bocciatura contribuirà a complicare la procedura di approvazione dei nuovi Patti para sociali che, oltre a dare maggiore peso a Genova, aprono ad una ulteriore cessione di quote della multi-utility.

Intanto è prevista per oggi un’importante riunione di maggioranza in cui la sindaca Chiara Appendino dovrà confrontarsi con i suoi consiglieri proprio sul tema della vendita di ulteriori azioni delle partecipate.

Un incontro che potrà essere determinante per il futuro dell’amministrazione grillina visto l’intenzione di alcuni pentastellati di opporsi alla scelta di vendere altre azioni di Iren.

 

 

 

 

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Appendino e Pd? Lo Russo categorico: “Nessuna alleanza”

Lo aveva già detto in più occasioni e ritorna ad affermarlo anche oggi nei giorni successivi al voto referendario e amministrativo, ultima...

Laus: “Periferie diventino zone franche urbane”

Da tempo Torino è salita sul podio nazionale delle città con le periferie più popolate. E il primato purtroppo le è valso...

Moncalieri, Paolo Montagna si conferma sindaco. Ballottaggio a Venaria e Alpignano

Secondo mandato per Paolo Montagna, l'esponente del Partito Democratico che al primo turno si riconferma sindaco di Moncalieri con un consenso che...

Pd, lavorare sulle periferie per superare il voto “di protesta”

L'analisi del voto, a caldo, è sempre frutto di una percezione personale in attesa di dati più chiari, flussi e studi più...

Caso Ream, Appendino: “Ho agito in buona fede. Resto sindaca ma mi autosospendo da M5s”

Dopo la sentenza di primo grado che la condanna a sei mesi per il reato di falso in atto pubblico relativo al...