13 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Coronavirus a Torino, restano tre i contagi. Appendino: “Razionalità e collaborazione sono le armi migliori”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Invita a usare la razionalità la sindaca di Torino Chiara Appendino anche perchè i dati che arrivano dal tavolo con Prefettura, Regione Piemonte e Protezione Civile dicono che i casi di contagio di Coronavirus restano tre: uno in città e due a Cumiana.

«Continuano ad essere tre e questa è una buona notizia» dice Appendino in Consiglio Comunale, aggiungendo che «non ci sono aumenti di casi sospetti e sono molte le persone a cui è stato fatto il tampone e che risultano negativi al Coronavirus».

«Sin dai primi segnali ci siamo mossi monitorando la situazione da sabato». Evidenzia la sindaca ricordando come «la macchina di prevenzione e sicurezza si sia attivata in tempi brevi e che per ora sta funzionando. Abbiamo tutti gli elementi – dice ancora la sindaca – per superare la crisi e i cittadini torinesi non sono soli in questo momento».

La prima cittadina rimarca il fatto che le attività commerciali non sono e non saranno chiuse e quindi è totalmente inutile la corsa alle scorte come invece avvenuto nelle scorse ore.

Appendino ha ricordato che il servizio di trasporto pubblico Gtt «funziona e continuerà a funzionare e che l’azienda ha provveduto a aumentare l’igienizzazione di autobus, tram e treni».

Per quanto riguarda i servizi essenziali per le fasce deboli le mense e i dormitori non sono stati chiusi e non verranno chiusi. «La collaborazione tra istituzioni, università, enti cittadini si sta dimostrando l’arma migliore per affrontare questa emergenza nazionale».

Infine la sindaca, sottolineando l’importanza dell’uso della razionalità in questa fase, ha ringraziato tutte le parti coinvolte.

Dunque, come ha detto Appendino restano tre i casi nel torinese di Coronavirus. Per fortuna nessuna conferma del quarto contagio, quello riguardante una bambina di cinque anni figlia della coppia di Cumiana già in quarantena per aver contratto il virus.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano