20.9 C
Torino
venerdì, 7 Agosto 2020

Cisgiordania occupata. Sganga (M5s): “I ‘compagni’ del Pd non fanno votare la mozione che condanna Israele”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

“Non c’è niente che accada nel mondo che non ci riguardi e non ci tocchi. Vale per le violenze razziste dell’America di Trump come per l’occupazione illegittima dei territori palestinesi in Cisgiordania da parte dello Stato d’Israele. Se ne parla sempre meno e sempre troppo poco, eppure la Palestina sta scomparendo”. La capogruppo del Movimento Cinque Stelle, Valentina Sganga non fa sconti. La lotta del popolo palestinese è una lotta che sente vicina “Il 1° luglio 2020 rischia di diventare una data cruciale in questo processo”. 

Spiega: “Se dovesse concretizzarsi il piano del premier israeliano Netanyahu di annessione unilaterale della Valle del Giordano, della Palestina non resterebbero che delle piccole enclavi senza nessun legame territoriale con il mondo esterno; lembi di terra sottoposti ad un sistema di checkpoint e separati da un muro della vergogna. È un’azione che va fermata subito con sanzioni verso Israele”.

- Advertisement -

Ma la Sala Rossa cosa c’entra con questa vicenda? Lo spiega la capogruppo pentastellata:

- Advertisement -

“Ieri avrei voluto parlarne in Consiglio Comunale a Torino, l’avrei fatto ponendo in votazione un atto, a mia prima firma, che raccoglie l’appello delle tante associazioni che si stanno muovendo, sia nella nostra città che a livello nazionale e internazionale, per scongiurare questo esito criminale e illegittimo”.

“Purtroppo non c’è stata la possibilità di approvare la mozione perché il Partito Democratico ha scelto la via delle scaramucce politiche contro Appendino, preferendo uno sgambetto sul numero legale ad una discussione che, certamente non avrebbe cambiato le sorti di questo sciagurato e ingiusto mondo, ma poteva quanto meno esortare alla pressione dell’opinione pubblica”, evidenzia Sganga.

“Mi dispiace veramente molto, ma voglio rivolgermi direttamente ai colleghi della “sinistra” (o pseudo tale) che mi siedono accanto in Consiglio Comunale: evitate in campagna elettorale di venirci a raccontare di come volete fermare le destre sovraniste, per favore. Continuate pure a fare come ora i post “di denuncia” contro i grillini che vogliono fare i Consigli Comunali sul divano o altre menate dal tenore ridicolo che, ormai quotidianamente, vi vengono in mente. Continuate pure a non parlare di niente per criticare tutto. 

“E quando andrà male, perché – statene certi, cari “compagni” – avete imboccato la strada per l’ennesimo fallimento, vi accorgerete che probabilmente era giunto il momento storico per affrontare le complessità e smetterla di coltivare i vostri stupidi interessi di bottega”.

“Nell’attesa di tempi migliori, porteremo comunque avanti il nostro grido per una Palestina Libera. E, seppur tardi, proveremo ad approvare l’atto il prossimo lunedì”, conclude Valentia Sganga.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Il pasticcio dei Voucher scuola della Regione Piemonte

Avevano appena ricevuto la mail che confermava l'assegnazione dei voucher scuola per l'anno 2020/21 ma 45 famiglie piemontesi hanno potuto gioire ben...

Torino città Covidless

La città di Torino ha ricevuto oggi l'attestazione Covidless Approach&Trust. Un riconoscimento frutto del progetto di ricerca che ha analizzato le risposte...

Caso Embraco, Cirio: “Da parti in causa serve risposta chiara”

"Seguo la vicenda Embraco ormai da due anni ed è inammissibile che solo oggi, per la prima volta, si siano trovati seduti...

Viviana Ferrero contro le telecamere di Appendino: “Riappropriamoci di luoghi della città”

Ieri era stata Maura Paoli a dare il via alle polemiche interne alla maggioranza Cinque Stelle sulla vicenda dell'istallazione di 300 nuove...

Telecamere a Torino, Maura Paoli attacca la sua sindaca: “Politica acchiappa like”

Sembrava regnare la pace e la concordia in casa Cinque Stelle dove la maggioranza risicata della sindaca si era ricompattata dopo liti,...