16.7 C
Torino
martedì, 22 Settembre 2020

Pd, Marino candidato alla segreteria regionale. In corsa anche Furia e, per due firme, Canalis

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società.

Mauro Maria Marino si candida ufficialmente alla segreteria regionale del Partito Democratico piemontese. Un nome senza alcun dubbio molto forte quello del senatore Dem, che oltre ai “renziani” avrà l’appoggio di una grossa fetta del partito.
Marino, nelle primarie del 16 dicembre, se la dovrà vedere con il biellese Paolo Furia (appoggiato dalla cosiddetta sinistra) e con Monica Canalis, che prende il posto, ad un’ora dalla consegna delle liste, dell’ex sottosegretario Luigi Bobba, il quale all’ultimo fa un passo indietro.
La Canalis, a sorpresa, è riuscita a presentare 152 firme, soltanto due in più del minimo richiesto. Alla regia di questa operazione dei Cattodem ci sarebbe il deputato Stefano Lepri.
Le firme presentate da Paolo Furia sono 190, mentre quelle a sostegno di Marino sono 402, l’unico ad averle raccolte in tutte le province.
In realtà i sostenitori del senatore Dem ne hanno raccolte circa 600, ma il numero depositato è stato determinato dal regolamento che dice che non possono essere più 500 e che una provincia non può essere rappresentata per oltre il 60% delle firme, in questo caso Torino.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Laus: “Periferie diventino zone franche urbane”

Da tempo Torino è salita sul podio nazionale delle città con le periferie più popolate. E il primato purtroppo le è valso...

Moncalieri, Paolo Montagna si conferma sindaco. Ballottaggio a Venaria e Alpignano

Secondo mandato per Paolo Montagna, l'esponente del Partito Democratico che al primo turno si riconferma sindaco di Moncalieri con un consenso che...

Pd, lavorare sulle periferie per superare il voto “di protesta”

L'analisi del voto, a caldo, è sempre frutto di una percezione personale in attesa di dati più chiari, flussi e studi più...

Caso Ream, Appendino: “Ho agito in buona fede. Resto sindaca ma mi autosospendo da M5s”

Dopo la sentenza di primo grado che la condanna a sei mesi per il reato di falso in atto pubblico relativo al...

I Cinque Stelle dalla parte di Appendino: “Continuiamo a sostenerla”

Se la maggioranza pentastellata ha vissuto momenti di crisi e ha dubitato della propria sindaca non è di certo oggi. Anzi la...