24.7 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Lettera aperta di Fassino ai dipendenti: "Torino paga un alto tributo al terrorismo"

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

«Il tributo che la nostra città paga al terrorismo internazionale è alto» e «ancora una volta si è confermata la strategia del terrorismo internazionale». Scrive così il sindaco di Torino Piero Fassino nella lettera indirizzata ai dipendenti comunali dopo l’attacco al museo del Bardo di Tunisi, che ha coinvolto tra gli altri alcuni lavoratori di Palazzo Civico. «Sei persone sequestrate, una assassinata, due ferite, una dispersa» è il bilancio, ma «si aggiorna di ora in ora». Nella missiva Fassino assicura che c’è un «contatto costante con l’Ambasciatore italiano a Tunisi, con il Ministro degli Esteri e con il Presidente del Consiglio» ed annuncia di aver raccolto la solidarietà del Segretario Generale dell’Onu Ban Ki Moon, in questi giorni ospite della città per l’annual retreat delle Nazioni Unite. Il primo cittadino invita alla coesione e alla solidarietà, considerati gli unici strumenti per resistere al terrorismo: a questo scopo è stata indetta per stasera una manifestazione in piazza Palazzo di Città in ricordo delle vittime e «per dire che Torino non ha paura e non si piega».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano