18 C
Torino
sabato, 13 Luglio 2024

Lega Nord, dopo 18 anni chiesto il rinvio a giudizio per le camice verdi: "Era un'associazione militare"

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La procura di Bergamo ha chiesto il rinvio a giudizio per 34 persone dopo diciotto anni dai fatti contestati. All’epoca gli imputati erano militanti della Lega Nord e sono accusati di aver “promosso, costituito, organizzato o diretto un’associazione di carattere militare”. L’inchiesta riguarda la Guardia Nazionale Padana o, come semplicemente vengono chiamate, le camice verdi.
Un fascicolo aperto dal procuratore di Verona Guido Papalia nel 1996 è, dallo scorso settembre, finito sulla scrivania dei pubblici ministeri di Bergamo perché, il 2 giugno del ’96, durante uno dei raduni a Pontida, nasce il comitato provvisorio per la liberazione della Padania. Allora il presidente del comitato era Marco Formentini, sindaco di Milano, europarlamentare leghista. Il suo nome non è più nell’inchiesta, come non ci sono più quelli di Umberto Bossi e Roberto Maroni, i quali non vengono rinviati a giudizio solo perché il Parlamento ha deciso “l’insindacabilità delle condotte degli imputati parlamentari”.
Ora il tribunale dovrà decidere se accogliere la richiesta di rinvio e andare avanti contro i restanti imputati.
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano