25.7 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Gressoney, una perizia per capire se ci sono altri responsabili per la morte di Matilde

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Si continua indagare dopo la morte sulla pista di Gressoney-Saint-Jean della piccola Matilde. La bambina di tre anni di Milano che domenica scorsa è stata travolta e uccisa da uno sciatore, un 17enne di Chieri, ora indagato per omicidio colposo.
Ma come era stato anticipato nei giorni scorsi, la Procura di Aosta potrebbe iscrivere altri nomi nel registro degli indagati. Infatti il procuratore capo di Aosta Marilinda Mineccia e il procuratore capo per i minorenni di Torino, Anna Maria Baldelli, lunedì daranno incarico a tre consulenti tecnici di valutare altre eventuali responsabilità sulla sicurezza della pista.
La Procura valdostana nominerà la guida alpina di Cervinia, Giuliano Trucco, che dovrà stabilire inoltre la posizione del maestro di sci che accompagnava la piccola Matilde e del gestore della pista di Gressoney.
Solo dopo la perizia si potrà valutare l’iscrizione tra gli indagati di altre persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano