10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Finisce in manette il “truffacuori”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Finisce in manette il “truffacuori”. L’uomo che ammaliava donne sole, facendole innamorare, per poi derubarle.
A farlo finire in manette è stata la denuncia di una delle sue vittime: una donna di 52 anni che aveva conosciuto alla stazione di Porta Susa a Torino.
Dopo averla conquistata, lo gigolò le ha portato via cellulare, assegni e bancomat che ha usato per prelevare oltre tremila euro.
La donna però se ne è accorta e a questo punto l’uomo ha iniziato a perseguitarla. Sms e telefonate minatorie, appostamenti e pedinamenti. Dopo aver cambiato la serratura dell’abitazione e non essere andata a lavoro per un periodo la donna si è fatta forza e ha deciso di denunciarlo per stalking.
Secondo i carabinieri di Chivasso a finire sotto le sue grinfie sono state almeno altre due donne a Torino e ad Aosta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano