L’emergenza Coronavirus non c’entrerebbe nulla con l’arrivo in Europa di oltre ventimila soldati Usa. Si tratta della più grande esercitazione militare degli ultimi due decenni: Defender 20. Un dispiegamento di forza che stanno sbarcando nel Vecchio Continente proprio in questi giorni già segnati dal Covid-19. Il primo contingente è sbarcato al porto tedesco di Bremerhaven.

Diecimila dagli Usa più altri settemila da 18 Paesi Nato o partner. Tra questi logicamente l’esercito italiano.

Obiettivo dell’esercitazione è quella di «accrescere la capacità di dispiegare rapidamente una grande forza di combattimento dagli Stati uniti in Europa, per rispondere a potenziali crisi».