20 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Decreto Rilancio, 400 milioni per editoria locale. Maccanti (Lega): “Tutelare piccole realtà fondamentali nell’informazione”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un fondo di 400 milioni di euro per sostenere l’editoria locale. E’ la proposta avanzata dalla Capogruppo della Lega in Commissione Trasporti e Telecomunicazioni alla Camera, Elena Maccanti, in un emendamento al Decreto Rilancio, firmato anche dai colleghi Fabrizio Cecchetti, Massimiliano Capitanio e gli altri deputati della Commissione. 
“Vogliamo dare un forte segnale di attenzione e di difesa all’editoria locale, che svolge un ruolo fondamentale nell’ambito dell’informazione e in questo periodo di emergenza Covid è stata di estrema importanza per il territorio e nel racconto quotidiano degli avvenimenti. Come Lega difenderemo sempre la professione giornalistica e le piccole realtà”, spiega la deputata leghista.
La proposta è quella di un contributo a fondo perduto per le imprese editrici di quotidiani, periodici locali e testate online che non beneficiano di altri contributi statali e a prescindere dalla forma giuridica o dall’appartenenza a gruppi editoriali.
“Durante questa legislatura la Lega ha già avuto modo di difendere i fondi per il pluralismo dell’informazione, di tutelare le radio storiche e di sostenere alla Cassa professionale Inpgi. Inoltre, un ordine del giorno della Lega proprio a favore del fondo per l’editoria locale è stato già approvato dal Governo all’interno del decreto Liquidità. Ora si tratta di passare dalle parole ai fatti: vediamo se la maggioranza sarà in grado”, conclude Maccanti. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano