19.7 C
Torino
sabato, 19 Settembre 2020

Canalis si dimette dal consiglio comunale di Torino. Entra la leghista Federica Scanderebech

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società.

Come era prevedibile e per la gioia di una certa frangia all’interno del Partito Democratico torinese, Monica Canalis lascia il consiglio comunale di Torino e il consiglio metropolitano. Dopo le dimissioni di Piero Fassino, che oltre a consigliere è anche deputato dei Dem, ecco che arrivano quelle della Canalis, che è anche consigliera regionale e vicepresidente piemontese del partito.

Per questo Monica Canalis era finita dentro l’occhio del ciclone: ufficialmente per le troppe cariche. O forse, per i maligni, starebbe solo pagando, a tempo scaduto, il fatto di aver appoggiato il segretario Paolo Furia durante le primarie regionali.

- Advertisement -

Una scelta che ha visto dare ragione alla consigliera. Infatti se avesse appoggiato l’altro candidato, Mauro Maria Marino, oggi ci sarebbe un grande imbarazzo, perché  il senatore è passato con i renziana di “Italia Viva”.

- Advertisement -

Manca solo l’ufficialità, che potrebbe arrivare lunedì in Sala Rossa, magari il tutto anticipato da una missiva. In Città Metropolitana potrebbe prendere il suo posto Carlo Palenzona, consigliere comunale a Moncalieri.

Invece in Sala Rossa la prima esclusa è Federica Scanderebech, già consigliera, arriva a Palazzo di Città nel 2006 e nel 2011  nelle fila dell’Udc poi nella lista “Al Centro con Scanderebech” e passata al Pd.

Ma negli ultimi mesi la Scanderebech si è avvicinata alla Lega di Matteo Salvini. Una bella patata bollente per il Pd di Torino.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Febbre a scuola, il Tar respinge il ricorso del Ministero contro l’ordinanza di Cirio

Il Tar del Piemonte non ha accolto la richiesta del Governo di una sospensiva d’urgenza in via monocratica per l’ordinanza della Regione...

No Tav, Dana Lauriola è stata arrestata. Tensione tra attivisti e polizia a Bussoleno

E' avvenuto questa mattina all'alba l'arresto di Dana Lauriola, storica attivista No Tav e militante del centro sociale Askatasuna, condannata a due...

RU 486, Appendino contro la Regione: “Becera propaganda sul corpo delle donne”

La sindaca di Torino Chiara Appendino interviene in merito alla proposta della giunta regionale del Piemonte di abolire la somministrazione della pillola...

Febbre a scuola, Cirio non cambia idea: “Ordinanza fatta con buon senso”

Non cambia idea Alberto Cirio sull'ordinanza che impone la misurazione della febbre a scuola e che il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ha...

Gtt, ecco come chiedere il rimborso per gli abbonamenti non usati durante il Covid

Gtt rimborserà gli abbonamenti non utilizzati duranti il lockdown attraverso l’emissione di un voucher che permetterà l’acquisto di nuovi titoli di viaggio....